Trasformare applicazioni installate su telefono Android in files .apk

Ho una applicazione installata sul mio telefono o tablet Andoid, voglio passarla su un altro dispositivo che non ha accesso al market ufficiale. Grazie ad AppSharer è possibile convertire i programmi installati su apparati Android in files .apk.

Quando ho acquistato il Nexus7 volevo ovviamente replicare su di esso le applicazioni che utilizzavo più spesso sul Samsung Galaxy Nexus, mi son quindi messo alla ricerca sul Google Play ed in breve tempo ho installato tali app anche sul tablet. Tutte tranne una, non era visibile, non disponibile, mi sono convineto del fatto che forse era un problema di compatibilità con quello specifico hardware, il market la reputava non compatibile e quindi semplicemente non la mostrava. In realtà non ho fatto una ricerca simile anche dal telefono quindi non mi sono reso subito conto che la realtà era diversa, tale app a quanto pare non era più disponibile per qualsivoglia ragione.
Quindi nonostante la reputavo, e la reputo tutt’ora, utilissima e migliore di altre app simili, mi era possibile averla solo sullo smartphone ma non sul tablet.

Soluzione: trovare un qualche modo per estrarre un’applicazione installata, ricavare il relativo file .apk in modo da poterla poi spostare e replicare su altri dispositivi. Facendo un giro su vari siti e forum ho trovato procedure abbastanza efficaci, che implicano però il root del telefono.
La soluzione più semplice è ricorrere al programma MyAppSharer disponibile gratuitamente sul market Google Play. Una volta installato ed avviato mostra la lista di tutte la applicazioni presenti sul nostro terminale, a questo punto basta individuare quella che ci interessa e selezionarla, mettendo il segno di spunta al suo fianco, indichiamo in alto di volere il file .apk e premiamo sul pulsante share. Dal menu che si apre selezioniamo quindi la modalità per condividere tale file: via Bluetooth, email, Google+, Skype, Evernote o altri sistemi di comunicazione.
Non c’è una vera opzione per salvare il file sul dispositivo, è possibile solo condividerlo online. Poco male, posso sempre inviarmelo per email e poi salvarlo comodamente dove voglio. Utilissimo ad esempio per installare applicazioni del market anche su telefoni e tablet Android che non dispongono nativamente dell’accesso a Google Play.

Nel mio caso il programma ha sempre funzionato egregiamente anche se, a dire il vero, l’ho utilizzato esclusivamente per ricavare archivi apk da applicazioni semplici e gratuite. Dubito possa funzionare con programmi e giochi più complessi, magari con avanzate protezioni anti copia. Insomma non si dovrebbe poter usare per fini illegali come la copia pirata di programmi a pagamento.

Ti piace questo articolo? Consiglialo ad altri utenti:

0 Responses to “Trasformare applicazioni installate su telefono Android in files .apk”


  • No Comments

Leave a Reply