CrossOver Chromium: il browser Chrome anche per Linux e Mac Os X

Google al momento ha rilasciato la beta del suo browser Chrome unicamente per Windows. Chiunque usa Linux e desidera comunque provare questa piccola meraviglia che promette di rivoluzionare il nostro modo di intendere il web può affidarsi però a Crossover Chromium, il porting di Chrome per Mac e Linux realizzato da Codeweavers.

La distribuzione di Chrome da parte di Google anche sotto forma di codice sorgente ha dato modo a molti programmatori di spulciare al suo interno per comprenderne il funzionamento e crearne versioni personalizzate, modificate per rispondere a specifiche esigenze. Questo è ad esempio il caso di Iron, il clone di Chrome che rispetta la privacy dell’utente o del qui citato Chromium che va a coprire i sistemi Linux per i quali almeno per il momento non esiste una specifica versione di Chrome.

Chromium è ovviamente open source ed è scaricabile da questa pagina. Sono disponibili pacchetti precompilati per Mac OS X e diverse distribuzioni Linux tra cui Ubuntu, Red Hat, Mandriva e Suse.
La stessa Codeweavers definisce Crossover Chromium più come una sorta di riuscito esperimento volto a mostrare le potenzialità di Wine, il noto emulatore non-emulatore per far girare software per Windows sui sistemi *nix. Per tale motivo non è consigliabile utilizzare l’attuale versione come browser principale.

Ti piace questo articolo? Consiglialo ad altri utenti:

0 Responses to “CrossOver Chromium: il browser Chrome anche per Linux e Mac Os X”


  • No Comments

Leave a Reply