Freegate – Accedere ai siti bloccati, navigare in anonimato e superare le censure

Freegate è un piccolo programma sviluppato dalla Dynamic Internet Technology con l’intento di superare i blocchi e le censure messe in atto dal governo cinese sui suoi cittadini. Utilizzabile comunque da ogni utente internet per garantire anonimato nella navigazione e accedere a qualunque sito web. Proxy web gratuiti, veloci e facili da usare.

Cos’è Freegate

Il sistema di controllo e censura internet delle autorità cinesi è considerato tra i più sofisticati e complessi esistenti, in grado di monitorare e analizzare milioni di connessioni alla rete. Molto efficace nel bloccare tutti quei siti che, per i più svariati motivi, sono considerati pericolosi o semplicemente scomodi. Questo sistema viene chiamato comunemente “The Great Firewall”, nome che si ispira ovviamente all’immensa Muraglia Cinese (The Great Wall).

Per superare questi blocchi o evitare di essere spiati sono nati appositi software, in grado di garantire un accesso illimitato alla rete mediante l’uso di server proxy. In pratica si usano questi servers come intermediari, qualunque dato in transito da e verso il nostro PC passa attraverso un proxy. Grazie a questo passaggio in più e all’uso della crittografia si riesce ad ottenere un ottimo livello di sicurezza ed anonimato per gli utenti.
Uno dei software più utilizzati per questo scopo è Freegate, completamente gratuito e dalle ottime performances. Non necessita di installazione, il programma è contenuto in un singolo eseguibile, risultando quindi anche portabile. Facilissimo da usare, nessuna configurazione o competenza tecnica richiesta.

Come funziona

Come già detto, il funzionamento dell’applicazione è estremamente semplice, un doppio click sull’eseguibile per avviare il programma. Dopo alcuni secondi di attesa, necessari ad effettuare la connessione verso uno dei server proxy disponibili, verrà mostrata una immagine simile alla seguente:

contemporaneamente verrà aperto anche il browser Internet Explorer appositamente configurato per accedere al web mediante i proxy di Freegate. A questo punto potete navigare in tutta sicurezza inserendo nella barra gli indirizzi delle pagine web da visitare. Tutti i dati trasferiti da e verso il browser saranno crittografati e passeranno attraverso il proxy.

In automatico viene scelto il proxy con minore tempo di latenza (attesa, ritardo), nel caso in cui le prestazioni risultino scadenti potete comunque cambiarlo dall’apposito tab Server:

Freegate può funzionare egregiamente anche con altri browser (Firefox, Opera etc). Basta impostare manualmente l’indirizzo del proxy (locale) nelle opzioni di connessione. Maggiori info in proposito sul sito ufficiale del programma.

Test di funzionamento
Potete verificare l’efficacia di Freegate visualizzando il vostro IP. A tal proposito utilizzate uno dei tanti servizi nati per questo scopo o guardate semplicemente le immagini mostrate qui di seguito:

Le immagini sono generate dinamicamente e, in condizioni normali, riportano il vostro indirizzo IP reale, località, browser utilizzato e ISP (il provider) con cui vi connettete ad internet. Con Freegate attivo l’immagine cambierà mostrando un altro IP e ISP, in pratica è come se vi connettete da un’altra località del mondo con un diverso ISP.

A cosa serve?

L’utilizzo naturale di un prodotto come Freegate riguarda l’accesso a siti vietati o comunque non accessibili con la vostra connessione. Utilissimo in tutti quei paesi in cui è presente una forte censura da parte delle autorità governative.

Anonimato, i siti web visitati non conoscono il vostro vero IP, non possono risalire alla vostra identità e men che mai al luogo in cui vivete o da cui vi connettete.

Dal momento che la connessione tra voi ed il proxy è criptata, Freegate si dimostra utile per mettersi al riparo dagli spioni. Nessuno sarà infatti in grado di intercettare il vostro traffico, neanche il provider internet.

Un uso meno nobile, ma comunque interessante, riguarda l’accesso a siti web o funzionalità inibite nel vostro paese. Ad esempio, per questioni di diritto d’autore, alcuni importanti siti di diffusione di musica online in streaming risultano inaccessibili dagli utenti italiani, grazie a Freegate potrete aggirare facilmente queste limitazioni. Discorso analogo per i siti di gioco online oscurati dalle autorità e così via.

Svantaggi
Il trasferimento dati avviene mediante un intermediario, ciò implica diversi passaggi in più con relativo ritardo nell’ordine di diverse centinaia di millisecondi. A meno di particolari situazioni di congestione della rete, questo ritardo risulta comunque non particolarmente fastidioso. Personalmente ho utilizzato Freegate anche per la visione di filmati in streaming (si trattava solo di una prova di velocità) e ho potuto constatare con piacere che si è comportato benissimo, buone prestazioni e ritardi quasi inavvertibili.

Alternative

Esistono diversi programmi con funzionalità analoghe a Freegate. Tra i più interessanti troviamo sicuramente Ultrasurf, anch’esso completamente gratuito e facilissimo da usare, i server proxy utilizzati sono ubicati negli USA e offrono generalmente buone prestazioni.

Anche Hide-IP è in grado di proteggere la privacy degli utenti nascondendo il loro indirizzo IP. Come gli altri si basa su servers proxy e cripta i dati in transito da e verso il vostro computer.
Si tratta di un programma a pagamento ma è comunque previsto un periodo di prova gratuito.

Ti piace questo articolo? Consiglialo ad altri utenti:

11 Responses to “Freegate – Accedere ai siti bloccati, navigare in anonimato e superare le censure”


Leave a Reply