Iron – Il clone di Chrome che rispetta la privacy dell’utente

Chrome il browser di Google è stato accolto con grande clamore dagli utenti internet, fino al punto di rosicchiare una (piccola) quota di diffusione degli altri browsers pur essendo ancora in versione beta e disponibile solo per Windows. Molti però non hanno apprezzato affatto il mancato rispetto della privacy che attua Google relativamente al suo uso. La società tedesca SRWare ha quindi ben pensato di derivare un nuovo browser dal codice sorgente di Chrome, il suo nome è Iron.
Essendo Chrome un progetto open-source è possibile studiarne il codice e riutilizzarlo per altri progetti, rispettando ovviamente i limiti imposti da Google, creatrice dello stesso Chrome.

SRWare ha pensato di creare un nuovo browser che presentasse le caratteristiche avanzate di Chrome e nel contempo fosse libero da quelle funzioni che potrebbero minare la privacy dell’utente. Chrome infatti dialoga continuamente con i server della casa madre comunicando alcune delle attività svolte con esso. In particolare la creazione di un ID unico per ogni utente permette di effettuare studi statistici ma anche controllare in maniera quasi maniacale l’uso che ne facciamo. Sebbene la ragione di questa pratica sia essenzialmente quella di migliorare sempre più il proprio browser, molti (a ragione) non si sentono sicuri di utilizzare Chrome per applicazioni “critiche” tipo l’home banking.

Il browser Iron di SRware permette invece di sfruttare le funzionalità avanzate di Chrome senza doversi preoccupare per la propria riservatezza.
Ecco alcune caratteristiche di Iron in relazione con la controparte Chrome:

  • Iron non genera un ID unico per ogni utente
  • Qualunque cosa scritta nella barra degli indirizzi non viene spedita a Google per offrire eventuali suggerimenti
  • L’inserimento di un indirizzo sbagliato non viene comunicato a Google
  • Le informazioni su eventuali crash ed errori non vengono inviate ad alcun server
  • Non viene installato alcun Google updater che gira in background

E’ bello vedere già qualche personale interpretazione di Chrome. Google rilasciando i sorgenti ha permesso che ciò avvenga ed alla fine tutti noi potremo trarre vantaggio da questa politica. Non fosse altro che per disporre di un browser che si adatti maggiormente alle nostre aspettative/richieste/esigenze personali.

Via: DownloadBlog

Ti piace questo articolo? Consiglialo ad altri utenti:

2 Responses to “Iron – Il clone di Chrome che rispetta la privacy dell’utente”


Leave a Reply