Orbot – Navigare anonimi sui telefoni Android grazie alla rete Tor

Proteggere la privacy e garantire la sicurezza degli utenti. Evitare le intercettazioni del traffico di rete.  Navigare in anonimato utilizzando la rete Tor anche sui telefoni cellulari con sistema operativo Android.

Cos’è TOR – Tor è un software libero (gratuito ed open source) che garantisce agli utenti un “ragionevole” livello di privacy e sicurezza per quanto riguarda le comunicazioni di rete, che si tratti di semplici visioni di pagine web o invio e ricezione di email o qualunque altra tipologia di comunicazioni in internet. Tor è attualmente utilizzato da migliaia di utenti in tutto il mondo per evitare i controlli dei regimi oppressivi o semplicemente per usufruire di risorse online a cui normalmente non avrebbero accesso.

Come funziona – Il software opportunamente installato e configurato devia le comunicazioni verso la rete di server (nodi) appartenenti al network TOR. In pratica i dati rimbalzano da un nodo all’altro in modo da rendere estremamente difficoltoso l’eventuale tracciamento delle comunicazioni. Tra l’altro i singoli trasferimenti sono cifrati (crittografati) al fine di rendere inutili eventuali intercettazioni lungo il percorso.
Il risultato è che nessun soggetto, neanche il vostro provider, conoscerà la natura del traffico generato o i siti visitati. Di contro i server contattati non avranno modo di conoscere l’origine della richiesta.

Questo meccanismo risulta altresì utile per nascondere la vostra identità agli stessi server oppure per “mascherarvi” come utenti di un altro paese. Utilissimo per accedere a servizi riservati ad una utenza limitata geograficamente.

Orbot – Recentemente è stata rilasciata una applicazione per Android che permette di sfruttare i vantaggi della rete TOR anche sui terminali che utilizzano questo sistema operativo (telefoni cellulari, smartphone, tablet ecc).

Al momento della stesura di questo articolo il software è ancora in versione alpha, quindi soggetta a bug o vari malfunzionamenti. Chi volesse provarla può comunque prelevarla dalla pagina ufficiale Orbot – Tor for Android. In alternativa potete scansionare il QR code presente su questa stessa pagina con l’Android Barcode Scanner.

Ovviamente nel momento in cui verrà rilasciata una versione stabile sarà possibile scaricare ed installare Orbot direttamente dall’Android Market ufficiale.

Nota: affinché le comunicazioni siano davvero sicure si deve fare in modo che tutte le applicazioni che accedono alla rete siano configurate per usare esclusivamente il proxy Tor installato insieme alla stessa applicazione. Maggiori informazioni in tal senso nella pagina del download.

Limiti – Tor rappresenta un ragionevole compromesso tra usabilità e sicurezza, questo significa che non è garantita una sicurezza assoluta ma semplicemente che una eventuale operazione di intercettazione e tracciamento risulti estremamente difficile (ma non impossibile) per via dei vari “salti” tra server internazionali.

Inoltre l’ultimo tratto della comunicazione, quello dall’ultimo nodo Tor al server contattato, è in chiaro. Per essere sicuri che anche le informazioni in transito su tale tratto rimangano assolutamente private è quindi bene utilizzare connessioni sicure HTTPS, ciò risulta particolarmente importante quando si trasmettono dati sensibili (numeri di carte di credito ed altri dati personali). Tor può bloccare alcuni plugin del browser come Java, Flash, ActiveX, RealPlayer, Quicktime e Adobe PDF dal momento che un loro accesso diretto alla rete (senza passare per il proxy) potrebbe compromettere la sicurezza dell’utente. Buona navigazione anonima a tutti.

Ti piace questo articolo? Consiglialo ad altri utenti:

1 Response to “Orbot – Navigare anonimi sui telefoni Android grazie alla rete Tor”


  • Nice post. I was checking constantly this blog and I’m impressed! Very helpful information specially the last part :) I care for such information a lot. I was seeking this particular information for a very long time. Thank you and best of luck.

Leave a Reply