Lampadine led per casa – modelli, luminosità, potenza, convenienza, prezzi, informazioni

Le classiche lampadine di casa nei formati E14 ed E27 ma con bulbo LED, per una elevata durata e bassi consumi energetici. Come funzionano. Potenza in lumens. Luce calda o fredda? Confronto con le lampade ad incandescenza e fluorescenti (neon). Quanto costano. Dove acquistarle. Sono davvero una valida alternativa alle lampadine tradizionali? Informazioni, consigli, caratteristiche tecniche, opinioni personali e impressioni generali.

Un po’ di storia delle lampadine

La lampadina fu partorita dalla fervida mente di Thomas Edison, una invenzione eccezionale che permise di portare la luce in case e città in un modo totalmente nuovo rispetto alle vecchie lanterne a gas o ad olio. Il principio di funzionamento è abbastanza semplice: un filamento all’interno di un bulbo di vetro in cui è stato praticato il vuoto viene percorso da una corrente elettrica, tale filamento diviene incandescente ed emette così luce. Questo tipo di lampadina ha subito delle leggere evoluzioni nel corso del tempo ma è rimasto strutturalmente invariato fino ad oggi, in molte case italiane ancora vengono utilizzate lampadine incandescenti. Svantaggi di questa soluzione sono la bassa efficienza (molta dell’energia assorbita viene dispersa sotto forma di calore) e la scarsa durata delle lampadine (nell’ordine delle 1000 ore). Di contro una classica lampada con filamento produce una luce di buona qualità e la sua costruzione risulta particolarmente economica.

In seguito sono state sviluppate le lampade fluorescenti, queste funzionano grazie ad una corrente elettrica che eccita un gas (o vapore) e lo induce ad emettere luce nello spettro visibile. Sono comunemente note anche come lampade al Neon per via del largo impiego di questo specifico gas. I principali vantaggi di questa soluzione sono la maggiore efficienza energetica e la durata nell’ordine delle 6-8 volte superiore rispetto ad una tradizionale lampada incandescente. In realtà la maggiore durata è teorica e risulta veritiera solo nel caso in cui il neon rimanga acceso per molte ore consecutive, le operazioni di accensione e spegnimento riducono infatti drasticamente la sua vita reale. Inoltre le lampadine al Neon producono una luce non naturale, disomogenea e molto distante dalla luce del sole, i colori vengono resi in maniera non precisa e, in determinate circostanze, il loro uso può risultare stressante per gli occhi.

Presente e futuro dei LED – Vantaggi

La parola LED è l’acronimo per Light Emitting Diode, un dispositivo sviluppato negli anni sessanta (1962) che emette luce secondo il principio della elettroluminescenza. Inizialmente disponibile nel solo colore rosso fu largamente impiegato come spia di segnalazione negli apparecchi elettronici.
La continua ricerca nel corso dei decenni ha portato ad un enorme sviluppo di questa tecnologia, al punto che oggi i LED trovano largo impiego in quasi tutti i settori e riescono a produrre luce con temperature in tutto lo spettro visibile. Particolarmente diffusa l’adozione nelle torce portatili alimentate a batteria.
Nomi noti nel campo della produzione dei diodi LED di ultima generazione sono Cree (americana), Osram (tedesca), Philips, Nichia, Luminous Device ed altri meno diffusi ma ugualmente importanti.

Questi i principali vantaggi dei LED:

  • Bassi consumi energetici, i led di ultima generazione presentano una efficienza addirittura superiore rispetto alle lampade fluorescenti
  • Buona resa dei colori e versatilità – luce calda, fredda, naturale, diffusa o concentrata in un ristretto spot
  • Elevata durata, se correttamente alimentati alcuni led possono avere una vita utile anche di 100.000 ore, si tratta di 100 volte più di una lampada ad incandescenza e 15-20 volte la vita di una lampada al Neon
  • Accensione istantanea, il led raggiunge la sua piena luminosità in un tempo brevissimo, una piccola frazione di secondo, inoltre la sua vita utile non si riduce a seguito di continue e ripetute accensioni. Ciò lo rende impiegabile appieno per applicazioni strobo o comunque con luce lampeggiante con frequenze anche molto elevate
  • Economico – Non si direbbe a guardare i prezzi odierni, soprattutto dei led più avanzati ed efficienti. La produzione su larga scala permette però di creare migliaia di singoli pezzi a costi irrisori.

Il confronto con le lampadine incandescenti e fluorescenti appare decisamente impari, i LED risultano superiori nella stragrande maggioranza degli aspetti. Sono in molti, tra cui diversi soggetti autorevoli, a sostenere che il futuro dell’illuminazione sarà indubbiamente dei Led, anche se la transizione completa avverrà probabilmente in svariati anni.

Nota sulla durata: raramente un LED si rompe, salvo malfunzionamenti elettrici del circuito che lo alimenta non si arriva ad un vero e proprio punto di non accensione, generalmente la luminosità tende a calare molto lentamente nel corso del tempo. La durata dichiarata dai produttori si riferisce al numero di ore necessarie affinché il LED perda il 30% della sua potenza luminosa nominale.

Nota sull’efficienza: la quantità di luce emessa da qualsiasi sorgente viene solitamente misurata e dichiarata in Lumens. Tale unità di misura appare però scarsamente comprensibile dall’utente finale, per tale motivo la potenza luminosa di molte lampadine viene spesso indicata in watt derivanti dal confronto con una tradizionale lampadina ad incandescenza.
Così, ad esempio, una lampadina al neon con la dicitura 5W>25W offre una luce paragonabile ad una lampada ad incandescenza da 25 watt a fronte però di un consumo di soli 5W. Possiamo quindi parlare di una efficienza maggiore di un fattore 5 rispetto alle classiche lampadine.
Con il led il panorama è molto variegato, i vecchi modelli da 5mm hanno una efficienza inferiore alle lampade al neon, quelli più recenti arrivano anche ad un fattore 10, ho visto in vendita lampadine Philips Luxeon che forniscono una luce di 40W a fronte di un consumo di soli 4W, ed in futuro è lecito attendersi efficienze ancora maggiori, magari anche di 15 o 20 volte rispetto alle vecchie incandescenti.

Lampadine con bulbi led

Considerati gli enormi vantaggi di questa tecnologia, è naturale vederla applicata in tutti i settori dell’illuminazione, anche quello casalingo con tubi e lampadine a bulbo. Le lampadine led con attacco a vite nei formati E14 ed E27 sono in vendita ormai da diverso tempo, le si può trovare nei negozi specializzati, in ferramenta, nei punti vendita delle catene di bricolage e fai da te (Bricofer, Bricocenter, Leroy Merlin) come nei comuni supermercati e ipermercati dei centri commerciali. Naturalmente le si può acquistare anche in moltissimi negozi online, specializzati e non, nel seguito trovate un elenco di negozi che propongono lampade led a costi particolarmente interessanti.

La struttura di queste lampadine appare in qualche modo simile a quelle tradizionali con filamento. La parte inferiore consiste nell’attacco a vite, la parte superiore contiene il led vero e proprio ed una eventuale ottica oltre al vetro (o plastica) di protezione, la parte centrale è spesso quella più grande e contiene l’elettronica necessaria a trasformare la tensione e fornire il giusto quantitativo di corrente all’emettitore (il led). In quasi tutti i modelli troviamo una parte metallica con alette di raffreddamento più o meno pronunciate, queste sono essenziali per dissipare il calore generato dall’elettronica e soprattutto dallo stesso LED.

Quale scegliere, costi e convenienza

Verrebbe spontaneo dire: bisogna scegliere sempre quella migliore, con maggiore efficienza. In realtà è opportuno valutare con attenzione i costi, è vero che una lampada LED permette di risparmiare energia elettrica, ma la differenza di costo per acquistare i modelli più avanzati è talvolta talmente elevata che, per recuperare la maggiore spesa potremmo impiegare anni.

Un altro fattore importante per la scelta è la temperatura di colore misurata in gradi Kelvin, senza entrare in dettagli tecnici possiamo affermare che le lampade con una temperatura intorno ai 5500 kelvin offrono una luce naturale, luce fredda tra i 6500 e gli 8000 kelvin, luce calda se inferiori a 4500 kelvin. Giusto per fare un confronto, le classiche lampadine a filamento producono una luce calda nell’ordine dei 3000 kelvin.
Quale scegliere? Dipende dall’uso che se ne vuole fare, le abitudini e le esigenze di ognuno di noi. La luce calda risulta solitamente più gradevole per gli occhi ed offre una migliore resa dei colori, la luce fredda appare invece più intensa a parità di watt assorbiti.

Le lampadine di marca Philips, Osram ed altri brand noti sono sempre migliori di quelle delle sottomarche? Tendenzialmente Si, tali aziende portano avanti continue ricerche per il miglioramento dei propri prodotti. Le loro lampadine garantiscono una temperatura di colore più costante (meno variabile tra un esemplare e l’altro), una maggiore efficienza e una migliore qualità generale dell’elettronica al loro interno. Ciò si traduce in più luce, di migliore qualità e una minore incidenza di guasti e malfunzionamenti. Ciononostante anche in questo caso è bene valutare i costi, non sempre è un buon affare spendere 20-30 euro per una singola lampadina.

Ci sono anche diversi negozi cinesi che propongono lampadine a led con costi decisamente più abbordabili. Naturalmente non ci si può attendere la stessa qualità di un prodotto brand ma la differenza di prezzo è a volte talmente elevata da giustificare persino l’acquisto dall’estero. Particolarmente fornito in tal senso è Dealextreme, tantissimi modelli nei formati con attacco E27 ed il più piccolo E14. Il mio consiglio è di preferire sempre i led moderni ad alta efficienza (identificabili spesso dal colore giallo da spenti) in luogo dei vecchi led a bolla da 5mm, inoltre verificate sempre la potenza luminosa espressa in lumens e scegliete la temperatura in base alle vostre preferenze. Quando disponibili, leggete le recensioni degli utenti, risorsa utilissima per controllare la qualità dei prodotti e scoprire specifiche e caratteristiche non riportate nella descrizione ufficiale.

Anche Manafont propone la vendita di un discreto numero di lampadine led, con prezzi compresi tra 5$ e 20 dollari circa. Altri negozi online cinesi con cataloghi abbastanza forniti sono Tinydeal e DinoDirect.
Tutti gli shop proposti offrono la spedizione gratuita. Sottolineo ancora l’importanza di scegliere il giusto formato (e27 o e14), potenza temperatura e tipo di fascio (concentrato o diffuso) desiderati.

Ti piace questo articolo? Consiglialo ad altri utenti:

0 Responses to “Lampadine led per casa – modelli, luminosità, potenza, convenienza, prezzi, informazioni”


  • No Comments

Leave a Reply