HP Compaq mini 110c – Il netbook per guardare i video in alta definizione

Davvero interessante queto nuovo Netbook HP. Buone caratteristiche tecniche, prezzo concorrenziale e, udite udite, acceleratore grafico per una visualizzazione fluida dei video in alta definizione. Specifiche tecniche del Netbook HP Compaq mini 110c.

Il mercato dei Netbook può apparire a molti quasi piatto, senza particolari differenze tra un modello e l’altro. Qualcuno ha una batteria più grande, altri propongono una tastiera più comoda, sono usciti modelli con uno schermo da 11.6 pollici. Eppure la piattaforma hardware è sostanzialmente identica, il solito processore Intel Atom con scheda grafica integrata, l’hard disk di 160GB e solitamente 1 GB di memoria RAM. I modelli che si discostano da questa “dotazione standard” sono estremamente rari.

HP Compaq, già presente nel mercato dei Netbook, ha voluto quindi offrire al mercato qualcosa di leggermente diverso. Un prodotto che va a coprire una mancanza, più o meno avvertita dagli utenti, dei modelli in questo settore: la capacità di mandare correttamente in play i video in alta definizione.

L’Atom è un buon processore ma risulta fortemente sbilanciato verso il risparmio energetico. La potenza elaborativa prodotta  è appena sufficiente per svolgere attività legate al web (navigazione, posta elettronica) o di office automation (videoscrittura, fogli elettronici etc).
Eppure i Netbook potrebbero essere utilizzati proficuamente anche come macchine da gioco portatili o come player multimediali in grado di mandare in play “quasi” ogni filmato scaricato dalla rete. Ecco, HP si è presa la briga di rimuovere quel “quasi”. Grazie ad un apposito acceleratore video (opzionale) sarà infatti possibile utilizzare il Mini 110c come perfetto player video, adatto anche ai filmati ad alta definizione.

Ecco in dettaglio le specifiche tecniche del Netbook HP Compaq Mini 110c:

- CPU Intel Atom N280
- Acceleratore per la decodifica video (opzionale)
- Memoria 1 GB
- HD 160 GB
- Schermo 10.1″
- Tastiera 92% full-size
- Webcam, lettore di schede, Wi-Fi, Microfono
- Peso 1.17 Kg
- Batteria 3 celle
- Prezzo €299

Rimane da vedere se l’acceleratore grafico è utilizzabile a livello applicativo o direttamente dalle librerie DirectX. In pratica se possiamo sfruttare tale accelerazione per la decodifica dei video con qualunque player o soltanto con uno specifico programma.

In conclusione si tratta di un ottimo prodotto proposto ad un prezzo decisamente concorrenziale. Peccato per la batteria di sole 3 celle che purtroppo non sarà in grado di garantire una elevata autonomia.

Ti piace questo articolo? Consiglialo ad altri utenti:

2 Responses to “HP Compaq mini 110c – Il netbook per guardare i video in alta definizione”


  • Non capisco il senso di questo articolo…l’acceleratore grafico del Mini 100c è lo stesso che montava il suo predecessore (Mini 700el) e lo stesso che montano la quasi totalità dei netbook in commercio.

    Dove starebbe la peculiarità di questo non meglio precisato “Acceleratore per la decodifica video”?

    Quali sarebbero le sue peculiari caratteristiche tecniche?

    Come si può scrivere un articolo del genere, senza citare nemmeno il nome di questo “misterioso” acceleratore??

    E’ il GMA 950, presente praticamente su tutti i netbook.

    Saluti

    GB

  • L’articolo è stato scritto nel momento dell’uscita del netbook (o pochi giorni prima) e in un comunicato ufficiale HP si parla espressamente di accelerazione video HD.
    Vari siti riportano in tal senso informazioni circa un “chip Broadcom Crystal HD Enhanced Video Accelerator” oltre al classico GMA Intel. Tale feature è stata data poi come opzionale… quindi l’accelerazione video c’è ma a quanto pare si paga a parte (ammesso che sia comunque disponibile su tutti i mercati). Ovviamente nel comunicato di cui sopra non si faceva alcun accenno circa l’opzionalità di tale Chip.

    Comunque grazie per la precisazione, in effetti così com’era scritto l’articolo lasciava intendere che il processore aggiuntivo fosse comunque presente e non un optional (allora non si conosceva tale dettaglio). Ora l’ho modificato per fare chiarezza in tal senso.

Leave a Reply