Vtunnel, aprire siti bloccati, oscurati, e navigare in anonimato

Alcuni siti web, pur essendo perfettamente funzionanti, risultano inaccessibili da una larga fetta degli utilizzatori web oppure solo da alcune zone geografiche. Ciò accade perché alcuni paesi possono applicare una qualche forma di censura ed oscurare siti ritenuti pericolosi, oppure perché violano le leggi e le forze dell’ordine decidono di renderli inaccessibili ad utenti di un determinato paese, altri motivi sono prettamente di carattere commerciale.

Fortunatamente esistono diversi metodi per aggirare questi blocchi, alcuni dei quali molto semplici e alla portata di utenti assolutamente non esperti di reti o configurazioni particolari.
A tal proposito segnalo il servizio offerto da Vtunnel, sito che agisce come una interfaccia web per un server proxy. Il suo funzionamento è semplicissimo, basta immettere nell’apposito campo al centro della pagina l’indirizzo del sito che si vuole visualizzare, premiamo quindi sul pulsante Begin Browsing per aprirlo.
Eventualmente possiamo scegliere di disabilitare i cookies, rimuovere gli script della pagina aperta o nascondere l’origine, le ultime due opzioni sono selezionate di base.

In pratica si attua una navigazione mediante intermediario, un terzo soggetto nel mezzo della comunicazione. Io voglio aprire un sito, chiedo a Vtunnel di farlo per me, questo interroga il server della pagina e carica tutti i dati che la riguardano, quindi invia questi dati verso il mio computer.
Tale procedura offre anche un buon grado di anonimato, il sito oggetto non invia dati direttamente a me quindi non ha modo di conoscermi. Dal suo punto di vista è il proxy a chiedere la pagina, quindi non conosce il mio indirizzo IP e non sa da quale paese arriva realmente la richiesta.

Servizio interessante per aprire siti bloccati, oscurati o non accessibili da una determinata zona. Ovviamente si dà per scontato che non venga utilizzato impropriamente, ma solo per scopi legali.

Ad ogni modo ci sono dei limiti, Vtunnel funziona benissimo con le semplici pagine web ma non per alcuni tipi di contenuti, ad esempio si potrebbero avere problemi con i video Flash in streaming. Ho notato che togliendo i segni di spunta alle voci Hide referrer e Remove scripts aumenta la compatibilità, certo in questo caso diminuisce però anche la privacy.

Alternative – alcuni siti potrebbero bloccare l’accesso a Vtunnel. Nessun problema, basta scegliere un qualunque altro server proxy con funzionamento simile.

Ti piace questo articolo? Consiglialo ad altri utenti:

0 Responses to “Vtunnel, aprire siti bloccati, oscurati, e navigare in anonimato”


  • No Comments

Leave a Reply