Arriva Emule 0.49b carico di novità

E’ uscita ormai da quasi un mese (mi era sfuggita :) ) la versione 0.49b del programma P2P più usato dagli Italiani. Oltre a diversi bug fixes, il nuovo Emule porta in dote molte interessanti novità, soprattutto per quanto riguarda il supporto alla rete Kad. Sarà in grado di rendere più appagante il file sharing per l’enorme comunità dei suoi utenti? Vediamo in dettaglio le migliorie apportate da Emule 0.49b. 

Rete Kad

  • Migliorato l’offuscamento del protocollo per la rete Kad – Utile per aggirare i filtri imposti da alcuni provider (molti siti indicano Tele2 tra questi) per ostacolare l’elevato traffico generato dai programmi P2P come eMule.
  • Protezione anti-flood – Se si ricevono molte richieste da un singolo IP, queste verranno ignorate fino ad arrivare al ban per quello specifico IP (con relativo rifiuto di tutto il traffico proveniente da quella fonte)
  • Protezione contro gli attacchi di routing
  • Migliorato il sistema di conteggio dei nodi Kad
  • Migliorato il comportamento nel caso di una connessione tramite router mediante NAT
  • File nodes.dat fornito fin dall’installazione – Utile per effettuare la connessione (bootstrap) alla rete Kad senza dover necessariamente utilizzare i server. Questa introduzione rende di fatto eMule serverless, l’uso tramite rete Kad può quindi considerarsi totalmente decentralizzato, completamente indipendente dai server ed2k.

Interfaccia e chat

  • Possibilità di abilitare codici captcha (sequenze alfanumeriche nascoste dentro le immagini) per evitare messaggi di spam automatici dagli altri client
  • Ricerca Automatica – Sceglie automaticamente il tipo di ricerca adatta (Kad/Server) in base al tipo di connessione (ed2k o Kad)
  • Cambiamenti all’interfaccia ed aggiunta di icone relative alla visualizzazione selettiva dei client (connessi e/o in coda)

Varie

  • Riscrittura pressoché totale del nucleo del programma per correggere diversi errori più o meno gravi
  • Migliorata la compatibilità con Windows Vista
  • Nuova implementazione UPnP per dialogare con eventuali router
  • Fixato il bug che portava ad un uso eccessivo della CPU

Ulteriori informazioni sono disponibili nel changelog ufficiale.

Come vedete da quanto esposto le migliorie apportate sono molte e molto interessanti. In particolare il file nodes.dat fornito di base contiene una lista di nodi da cui iniziare la connessione alla rete Kad senza passare dai server. I vantaggi di un tale approccio sono molteplici.
In passato per la connessione Kad era necessario conoscere almeno un “nodo” al suo interno, nodo che ci avrebbe poi comunicatoi gli indirizzi di molti altri nodi. Il problema era che nel momento in cui la lista  dei nodi risultava vuota eravamo costretti ad effettuare una connessione ad un server ed2k per conoscere altri client. Il server in questione conoscerà quindi oltre al nostro indirizzo anche la lista dei files da noi condivisi. Non di rado capitava di connettersi a “server spia” presenti nella rete ed2k con il solo scopo di carpire informazioni di questo tipo da tutti i client a loro connessi.
Ora che l’uso dei server non è più una necessità possiamo considerare eMule completamente decentralizzato. Pur non avendo alcuna certezza circa la tutela di privacy ed anonimato si tratta pur sempre di un bel vantaggio. Inoltre in un periodo in cui i server sono sempre più nel mirino di major discografiche e cinematografiche il fatto di non essere più costretti ad usarli garantisce alla rete di eMule continuità di funzionamento nel futuro.

Ok! Dove trovo eMule?

Il sito ufficiale è questo: http://www.emule-project.net
Da li nella colonna di sinistra click sulla voce download, dalla pagina che si apre scegliere la versione che si vuole scaricare.
L’installer è un file eseguibile (.exe), lo si scarica, ci si clicca sopra e viene installato nel sistema.
La versione “solo binari” è un archivio .zip contenente tutto quanto serva per usare eMule senza doverlo installare.
Non scaricate il programma da altre fonti per evitare di incappare in copie “non ufficiali” che richiedono un fantomatico codice di attivazione per funzionare.

Aggiornamento: Viste le difficoltà nel reperire la versione “veramente ufficiale di eMule”, quella che non richiede alcun codice, pubblico il link per il download diretto del programma:

La versione solo binari è un semplice archivio .zip contenente tutto ciò di cui si ha bisogno per usare Emule. Una volta scaricato fate click con il tasto destro del mouse su di esso e dal piccolo menù che si apre cliccate sulla voce “estrai tutto…”. Verrà creata una cartella con all’interno il programma.
Da quel momento in poi basterà aprire quella cartella e cliccare sull’icona che raffigura un mulo per far partire il programma.
Buon divertimento :)

Evitate per favore di pubblicare tale link direttamente su altre pagine. Grazie.

Ti piace questo articolo? Consiglialo ad altri utenti:

5 Responses to “Arriva Emule 0.49b carico di novità”


Leave a Reply