Carta di credito Nova Findomestic – Cos’è, come funziona, costi, convenienza, impressioni

Una singola carta emessa da Findomestic Banca che svolge le funzioni di una carta di credito tradizionale e di una revolving per pagamenti a rate. Strumento comodo e flessibile. Come funziona. Come si usa nei negozi e su internet. Quanto costa. E’ conveniente? Quali tassi di interesse TAN e TAEG sono applicati? Pro e contro. Impressioni generali.

Carta Nova Findomestic – Cos’è

Nova è una carta di credito innovativa emessa da Banca Findomestic S.p.a.
La sua peculiarità principale risiede nel fatto che ad ogni utilizzo, sia esso un prelievo di contanti o un qualsiasi pagamento, si può scegliere come effettuare il rimborso della relativa somma.
In pratica è come avere due carte in una, la prima assomiglia ad una carta di credito tradizionale e prevede il rimborso a fine mese; la seconda è a tutti gli effetti una carta revolving, che permette quindi di rimborsare quanto speso mediante rate mensili di importo prefissato (a scelta dell’utente). Tutte le operazioni devono comunque rientrare nella disponibilità massima prevista dalla linea di credito predisposta e personalizzata da Findomestic per ogni singolo cliente.

Come funziona – Come usarla

Offrendo un ‘doppio utilizzo’ sono previsti due numeri di carta e diverse procedure a seconda se si vuole rimborsare quanto speso in un’unica soluzione a fine mese oppure in rate mensili. Ecco alcuni esempi d’uso:

  • Prelievo di contanti da sportello Bancomat (ATM) – All’atto di ritirare il denaro il display mostrerà 2 opzioni: ‘credito’ per rateizzare e ‘fine mese’ per restituzione in un’unica soluzione
  • Acquisti nei negozi – inserendo la carta nell’apparecchio POS apparirà la scelta tra pagamento rateale e a fine mese
  • Shopping online – in questo caso si hanno a disposizione due distinti numeri di carta e relativi codici CVV2 e CVC2. A seconda di quale numero viene inserito nelle pagine dei negozi online, si sceglierà di rimborsare a rate o in un’unica soluzione

Gli sportelli ATM e gli apparati POS di ‘vecchio tipo’ potrebbero non indicare alcun menu di scelta, in quel caso il pagamento verrà automaticamente considerato come rateale.

Sul sito ufficiale vengono mostrate immagini di carte riportanti sia il logo Mastercard che Visa, quindi suppongo che all’utente venga lasciata la libertà di scegliere il circuito internazionale che preferisce.

Sicurezza

Nova è una carta elettronica dotata di microchip, ciò la rende particolarmente resistente contro i tentativi di clonazione.
E’ inoltre prevista la possibilità di controllare i propri movimenti e un servizio di notifica gratuita via SMS delle operazioni di importo superiore a 50 euro.
In caso di furto o smarrimento si può chiamare un numero verde al fine di bloccare immediatamente la carta.

Interessante il servizio 3D Secure che obbliga l’utente ad inserire una password dispositiva per ogni acquisto nei negozi online compatibili con questo sistema. In alternativa è comunque possibile fare affidamento al sistema di pagamento online Paypal, piattaforma sicura e di larga diffusione.

Chi vuole una maggiore sicurezza può optare per una assicurazione (a pagamento) che permette di ottenere ulteriori coperture in caso di uso fraudolento e anticipi di contante in caso di furto se ci si trova all’estero.

Costi – convenienza

Un’offerta così ricca di servizi e funzionalità presenta indubbiamente dei costi, in fondo possedere Nova di Findomestic significa mantenere una linea di credito costantemente aperta e pienamente disponibile.
Carta Nova ha un costo di gestione di 3.99€ mensili, applicabile solo nei mesi in cui sono previsti dei rimborsi.
A ciò si aggiunge anche l’imposta di bollo pari a 1.81 euro per ogni estratto conto inviato.
Pagamenti e prelevamenti di contante sono gratuito se effettuati in euro, con maggiorazione dell’1.5% se in diversa valuta.

Trattandosi di pagamenti rateali, dilazionati nel tempo, il tasso massimo TAEG applicabile (al momento della stesura di questo articolo) è pari al 16.49%.
In alcuni casi (es promozioni a tasso zero) possono essere richieste delle spese di istruttoria o gestione pratica una tantum di importo massimo fino a 300€.
Nel caso di inadempienza nel pagamento delle singole rate si incorre in spese accessorie: 5€ per il sollecito di pagamento, 10% della somma dovuta come penale, interesse di mora pari al 14.60% annuo.

Per quanto appena esposto, l’uso della carta potrebbe risultare non conveniente in molte situazioni.
Vediamo un piccolo esempio. Un singolo pagamento di 1000€ rateizzato in 12 mesi comporta un interesse complessivo superiore a 150 euro, a ciò si aggiungono le spese fisse di gestione per i singoli mesi in cui si effettuano i rimborsi (3.99€x12 mesi = circa 48 euro) e le spese di bollo. Insomma, anche nel migliore dei casi, per restituire mille euro in forma rateale, si arriva a spendere quasi 200€ in più, una somma non certo indifferente.

Gli importi sopra indicati sono stati ricavati dal foglio informativo del prodotto e corrispondono a valori ‘massimi’ applicabili. Ciò significa che in alcune situazioni i costi potrebbero risultare inferiori a quelli indicati. In ogni caso fate sempre attenzione alle eventuali spese di apertura pratica, giusto per evitare ad esempio una promozione ad interessi zero ma gravata da spese di istruttoria che ammontano magari ad alcune decine (o centinaia) di euro.

Impressioni generali – Conclusioni

In definitiva queste carte revolving possono essere considerate molto comode ma anche ‘tremendamente’ costose. L’avere una somma sempre disponibile per prelievi di contante o per qualsivoglia pagamento è un indubbio vantaggio, immediatezza e facilità d’uso che però si pagano a caro prezzo.

Tra l’altro l’impiego sistematico di questi strumenti di pagamento rateale può in qualche modo favorire le spese eccessive, dando l’impressione di poter fare acquisti che altrimenti non ci si potrebbe permettere, con il risultato di trovarsi sulle spalle debiti di entità non indifferente e relativi problemi di restituzione del capitale.
I dati riportati in questo post sono da intendersi corretti al momento della stesura dello stesso salvo errori ed omissioni. Maggiori informazioni sul prodotto, condizioni economiche e foglio informativo sul sito ufficiale Findomestic Carta Nova.

Ti piace questo articolo? Consiglialo ad altri utenti:

0 Responses to “Carta di credito Nova Findomestic – Cos’è, come funziona, costi, convenienza, impressioni”


  • No Comments

Leave a Reply