Kalibra Carta di Credito ricaricabile – Cos’è. Come funziona. Quanto costa. E’ conveniente?

Una carta di credito prepagata utilizzabile come efficiente strumento di pagamento su internet. Comoda e sicura. Come funziona. Dove si richiede. Come si ricarica. Quanto costa. Conviene davvero? Confronto con altre carte di credito ricaricabili (Postepay, Paypal).

Le carte di credito ricaricabili, dette anche “Carte di debito” (Debit card in Inglese) al pari delle comuni carte Bancomat, rappresentano oggi uno strumento economico particolarmente apprezzato dagli utenti per via dei numerosi vantaggi offerti. Sostituiscono in tutto o in parte l’uso del denaro contante. Offrono maggiori sicurezze e garanzie di una tradizionale carta di credito. Hanno costi di gestione particolarmente contenuti, di gran lunga inferiori ad un normale conto corrente.

Vediamo ora in dettaglio la carta Kalibra, oggetto di questo articolo.

Cos’è
Kalibra è una carta prepagata e ricaricabile utilizzabile per fare acquisti in tutto il mondo negli esercizi aderenti al circuito Mastercard (o Visa), prelevare contanti negli sportelli abilitati e fare pagamenti su internet.
Ne esistono anche varianti monouso (usa e getta) disponibili in tagli da 30, 50, 80, 100 e 150 euro.

Carta Kalibra può essere richiesta nelle filiali del gruppo Banco Popolare o presso le ricevitorie Sisal.

Come funziona
Una carta prepagata funziona in maniera simile ad un portafogli. L’utente inserisce al suo interno una certa quantità di denaro (carica la carta), tali soldi potranno poi essere spesi in tutti i negozi che accettano la stessa carta. Ovviamente si può usare limitatamente alla somma caricata. Queste carte sono esclusivamente di tipo elettronico, con addebito immediato al momento in cui il denaro viene speso.

Giusto per comprenderne meglio il funzionamento, possiamo affermare che una carta prepagata assomiglia da un certo punto di vista ad una carta telefonica ricaricabile in cui l’utente aggiunge credito e spende i soldi in essa presenti sotto forma di telefonate. In questo caso invece i soldi possono essere spesi per fare acquisti di vario tipo oppure trasferiti su altre carte o ritirati sotto forma di contanti.

Come si usa
Nei negozi tradizionali allo stesso modo di come si farebbe con una normale carta di credito. Nei negozi sul web indicando il codice numerico sul fronte della stessa carta, il nome dell’utente, la scadenza ed eventualmente il codice CVV2 riportato sul retro.
Può essere impiegata anche per prelevare contanti dagli sportelli ATM convenzionati con i circuiti Mastercard e Visa.

Vantaggi – Sicurezza
Sostituisce l’uso del denaro contante e può essere utilizzata anche a distanza, ad esempio nei negozi online.
In caso di furto, clonazione o qualsiasi altro uso fraudolento l’utente rischia di perdere al massimo la somma caricata sulla carta.
Per aumentare la sicurezza è previsto anche un servizio informativo denominato “Infocard” che prevede l’invio di SMS verso un numero di telefono cellulare definito dall’utente per ogni movimento effettuato con la carta.

I possessori di Kalibra possono in qualunque momento controllare saldo e movimenti della card all’interno dell’area privata nell’apposito portale online.

Come ricaricarla
- Presso tutte le filiali delle banche del gruppo Banco Popolare
- Via Internet o tramite Call Center (riservato ai correntisti Banco Popolare)
- Presso gli sportelli Bancomat del gruppo Banco Popolare
- Mediante bonifico bancario da una qualsiasi altra banca
- Presso le ricevitorie Sisal

Quanto costa – Come e dove ricaricarla

Quota rilascio carta: 15 euro
Ricarica carta:

  • Da filiale (sia sportello che home banking): 3€
  • Da ATM: 3€
  • Bonifico: 3€
  • Ricevitorie Sisal: 5€

Non sono previste commissioni per il rifornimento di carburante.

Kalibra funziona separatamente da eventuali conti correnti e non prevede canoni di gestione periodici. In pratica si paga per le sole operazioni effettuate.

I valori indicati rappresentano i costi massimi previsti dal foglio informativo. La banca che emette la carta potrebbe quindi applicare costi inferiori a quelli riportati in questo articolo.

Quanto posso caricare
Il platfond massimo previsto per Kalibra è di 3000 euro.

Conclusioni – Confronto con altre carte
Carta Kalibra si rivela un buono strumento di pagamento alternativo al denaro contante. Risulterà sicuramente più interessante per i correntisti delle banche del gruppo Banco Popolare per via della possibilità di trasferire fondi da e verso un conto corrente e per le ricariche a prezzo ridotto (comunque non inferiori ai 3€ salvo diverse tariffazioni della banca emittente).
E’ prevista anche la possibilità di ricaricare la card nelle ricevitorie Sisal ma il costo di 5€ rende questa operazione quantomeno sconveniente.

Di contro la carta prepagata Paypal ha una capienza massima di 10.000 euro e può essere ricaricata nelle ricevitorie Lottomatica ad un costo di appena 0.9 euro (o nullo), non prevede costi per trasferire denaro da e verso un conto Paypal online.
Anche Postepay può vantare molteplici modalità di ricarica, nella capillare rete di Poste Italiane (costo 1€) o nelle ricevitorie Sisal (costo 2€). Postepay può essere impiegata anche per le operazione di ricarica telefonica con i maggiori operatori italiani: Tim, Vodafone, Wind, Tre ed ovviamente Postemobile.

Maggiori informazioni sulla Carta Kalibra possono essere reperite nel sito ufficiale kalibra.it

Ti piace questo articolo? Consiglialo ad altri utenti:

3 Responses to “Kalibra Carta di Credito ricaricabile – Cos’è. Come funziona. Quanto costa. E’ conveniente?”


Leave a Reply