Lottomaticard Easy – Carta di credito prepagata Mastercard al portatore. Impressioni e costi.

Lottomaticard Easy è una carta prepagata ricaricabile Mastercard al portatore, non nominativa, acquistabile nelle ricevitorie Lottomatica. Cos’è, come funziona, dove richiederla. Quanto costa, come si ricarica. Quali sicurezza offre. Si pagano commissioni per i pagamenti? E’ conveniente? Informazioni varie. Impressioni. Confronto con altre carte.

Cos’è – Lottomaticard Easy è una carta di pagamento emessa dall’istituto di moneta elettronica CartaLis in collaborazione con Lottomatica. La carta è al portatore, non nominativa, quindi può essere utilizzata da una persona diversa da quella che l’ha acquistata, per averla non è necessario sottoscrivere alcun contratto.

Come e dove richiederla – La carta può essere acquistata in tutte le ricevitorie Lottomatica presentando il proprio codice fiscale ed un documento di identità valido.

Come funziona – Si tratta di una carta prepagata (carta di debito) aderente al circuito Mastercard, quindi può essere utilizzata al pari di una comune carta di credito per prelevare contanti dagli sportelli ATM o per effettuare acquisti nei negozi online (web) o i quelli tradizionali compatibili con tale circuito. All’atto del pagamento può essere richiesto il numero della carta, la scadenza e, eventualmente, altri codici di sicurezza (PIN, PUK, CVV2). L’addebito della somma spesa è immediato.
Lottomaticard easy è accettata anche nei punti vendita Lottomaticard per l’acquisto di beni e servizi (ad esempio per ricaricare la scheda SIM del telefono cellulare).

Come e dove ricaricarla, costi di ricarica – Lottomaticard Easy può essere ricaricata presso le ricevitorie Lottomatica, utilizzando i contanti oppure mediante una carta PagoBancomat. Ogni ricarica ha un costo pari ad 1 euro.

Quanto costa, commissioni – La quota per il rilascio della carta è pari a 5 euro. Tale costo non è dovuto nel caso in cui contestualmente all’attivazione viene effettuata una ricarica di almeno 400€ (promozione fino al 18/01/2011).
Non sono applicate commissioni per i pagamenti in Euro, i pagamenti in altra divisa prevedono invece una maggiorazione pari al 2% dell’importo speso.
Modalità e costi per i prelievi di denaro contante:

  • Gratuiti dagli sportelli automatici (ATM) delle filiali del Gruppo Banca Sella
  • 1.50€ dalle ricevitorie Lottomatica
  • 1.75€ sportelli ATM altre banche (Europa)
  • 3€ sportelli ATM altre banche (extra europee)

Non sono previsti costi di mantenimento periodici (canone annuo).

Sicurezza – Una carta prepgata offre una sicurezza intrinseca dal momento che non è agganciata ad un conto corrente e non è possibile spendere più di quanto sia caricato sulla stessa carta (niente scoperto). Gli utenti di Lottomaticard Easy possono controllare in ogni momento saldo e movimenti mediante una apposita area riservata sul sito CartaLis, per tali operazioni è necessaria la registrazione e l’immissione dei codici PAN (il numero della carta) e PUK (fornito in un documento cartaceo all’atto della richiesta della carta).

Limiti – Ogni persona fisica può possedere al massimo 5 (cinque) carte Lottomaticard Easy. Il platfond massimo (capacità, disponibilità, capienza della carta) è di 2500 euro. Il limite di spesa è 1000 euro per una singola operazione. Limite di prelievo da sportello ATM pari a 250€.

Conclusioni – Impressioni – Alternative – confronto con altre carte
Un prodotto semplice da usare e particolarmente economico. Non presenta costi fissi di mantenimento e non ha commissioni per le spese effettuate. Ovviamente risulterà tanto più conveniente e comoda quanto più si vive (o si lavora) nelle vicinanze di una ricevitoria Lottomatica.
Trattandosi di una carta anonima, non nominativa, è naturalmente indicata anche come regalo. La si acquista in una ricevitoria del Lotto, si carica con la somma desiderata e la si regala a chi si vuole. Ottima anche come strumento per gestire la paghetta dei propri figli.
Esiste anche una -sorella maggiore- denominata semplicemente “Lottomaticard” (senza la dicitura Easy) che, a fronte di costi leggermente superiori, offre funzionalità aggiuntive come la possibilità di trasferire fondi verso altre carte, effettuare bonifici su conto corrente e ricevere notifiche via SMS per le operazioni effettuate.
Tutte le informazioni, foglio informativo, condizioni economiche e documento di sintesi sono disponibili nella pagina di descrizione ufficiale: Lottomaticard Easy.

L’alternativa naturale a questa carta prepagata è Postepay Newgift di Poste Italiane, anch’essa non nominativa ma aderente al circuito Mastercard. La Newgift può all’occorrenza essere trasformata in una Postepay con conseguente rimozione dei limiti di utilizzo.
Altre carte con funzionalità simili: Prepagata Paypal (circuito Mastercard) anch’essa in collaborazione con Lottomatica e Banca Sella, Postepay di Poste Italiane e Italcard di Confitalia, entrambe aderenti al circuito Visa Electron.

Ti piace questo articolo? Consiglialo ad altri utenti:

5 Responses to “Lottomaticard Easy – Carta di credito prepagata Mastercard al portatore. Impressioni e costi.”


  • ottima, l’ho presa per mio figlio, questa lottomaticard easy mi da un po’ piu sicurezze

  • Vero, per come funziona è perfetta per i genitori che vogliono gestire la paghetta dei figli in questo modo, anche se minorenni la possono utilizzare senza grandi limitazioni.

    Non so se sia possibile usarla però anche nei negozi che richiedono necessariamente il nome dell’intestatario della carta o la firma sull’apposita ricevuta.

  • non serve la firma perche è una prepagata quindi penso proprio che si possa usare anche io a mia figlia ho preso la lottomaticard easy, e devo dire zero problemi

  • Ma si puo’ usare anche per aderire a contratti, come quello della tim (è il mio caso), e farsi scalare soldi mensilmente direttamente da quella?

  • Diverse società che propongono contratti con addebiti periodici non accettano carte ricaricabili. Queste aziende ‘vogliono’ avere la certezza di poter effettuare addebiti, e con le ricaricabili ciò non è sempre possibile, ad esempio potrebbero trovarle semplicemente ‘scariche’.
    Comunque per avere la certezza non ti rimane che chiedere alla singola società.
    Per quanto mi è dato sapere, ad esempio, Mediaset Premium accetta anche carte Postepay, invece il gestore telefonico Tre non ne vuole sapere di prepagate ricaricabili. Insomma, ogni società è un caso a se.
    Ciao

Leave a Reply