Le migliori Carte di Credito ricaricabili – Confronto tra Postepay, Paypal e Genius card

Un confronto su vari aspetti delle carte di credito pregagate ricaricabili Postepay, Paypal e Genius Card. Quale costa di meno. Quale si ricarica più facilmente. Qual è la più conveniente. E la più sicura? Quale offre funzionalità evolute. Guida alla scelta della migliore carta ricaricabile.

Le Carte di Credito ricaricabili sono oggi utilizzate dal moltissimi utenti come efficaci mezzi di pagamento sul web. Sono facili da usare e garantiscono una adeguata sicurezza. In questo articolo verranno analizzate punto per punto tre carte tra le più diffuse. Alla fine ovviamente si cercherà di dare una valutazione complessiva indicando, se possibile, la migliore.

Costi di emissione e gestione
Tutte e tre le carte di questa comparativa hanno un costo di  emissione pari a 5,00€.
PayPal e Postepay non prevedono canoni periodici. Genius Card presenta invece un canone di 1€ al mese, canone che comunque si azzera in determinate condizioni (primi 6 mesi, accrediti nel mese superiori a 500€, studenti universitari sotto i 27 anni).
Per via della mancanza di costi di mantenimento possiamo considerare questo punto a favore di PayPal e Postepay.

Facilità di ricarica
Postepay può essere ricaricata nelle filiali di Poste Italiane, presso gli ATM Postamat, dal sito poste.it, da SIM telefonica Postemobile e presso le ricevitorie Sisal. Ovviamente è possibile ricaricarla anche mediante trasferimento di fondi da altra carta Postepay o da un conto online (es PayPal).
La carta Paypal può essere ricaricata in contanti o con carta Pagobancomat nelle ricevitorie LottomatiCard, mediante trasferimento di fondi dal conto online Paypal, con bonifico bancario. E’ previsto anche il trasferimento da carta a carta.
Genius Card è maggiormente indirizzata agli utenti (correntisti) Unicredit e offre modalità di ricarica online o telefonica (da conto corrente) oppure via sportelli ATM del gruppo Unicredit. Prevista la possibilità di trasferire fondi da un’altra carta Genius e da conti online.

Relativamente a questo aspetto la vincitrice è Postepay, soprattutto per via della capillare rete di filiali di Poste Italiane unita al grande numero di punti vendita Sisal abilitati all’operazione di ricarica di tale carta.

Costo ricarica
La ricarica Paypal costa 0.90 euro e diventa gratuita per importi superiori a 400€, i trasferimenti da e verso il conto Paypal sono sempre gratuiti.
Le ricariche Postepay costano da un minimo di 1€ fino a 3€ (2€ da ricevitoria Sisal).
Ricariche Genius Card da 0.50€ (solo online con addebito su conto corrente Unicredit) fino a 3€ (nelle agenzie del gruppo Unicredit). Ricariche ATM gratuite fino al 31/12/2010.

Questo punto è innegabilmente a vantaggio della carta Paypal, ricariche a soli 0.90€ o addirittura gratuite in determinate condizioni.

Sicurezza
Tutte e tre prevedono un’area online con accesso riservato mediante password con cui controllare saldo e movimenti della carta. Tutte offrono un numero da chiamare per bloccare la carta in caso di furto o smarrimento ed un servizio di notifica via SMS per ogni movimento effettuato.

Le tre carte offrono quindi un adeguato livello di sicurezza, comunque sufficiente per gli usi tipici per cui sono state ideate. Risultato: sostanziale parità.

Funzioni evolute
Sia Postepay che Genius card prevedono di effettuare, oltre ai pagamenti o prelievi di contante, anche ricariche telefoniche. Quest’ultima offre però funzionalità evolute tipiche di un conto corrente: accredito di pensione o stipendio, pagamento F24, pagamento tasse MAV e RAV, pagamenti RID, domiciliazione bancaria di utenze di vario tipo, ricevere e fare bonifici (ha un normale codice IBAN).
Vincitrice: Genius Card.

Conclusioni – La Migliore
Come sempre, in questi casi, è difficile scegliere un vincitore assoluto.
Postepay è forse quella più flessibile. Utilizzabile per svolgere diverse operazioni, eccezionale in combinazione con un conto Bancoposta o con una carta telefonica Postemobile, si ricarica facilmente in migliaia di punti vendita distribuiti su tutto il territorio nazionale. E’ cosiderata quasi uno standard e molti utenti effettuano pagamenti semplicemente sotto forma di ricariche da una carta all’altra (soprattutto per acquisti Ebay).
La carta Paypal è la più economica grazie all’assenza di canone e ricariche a soli 0.9€. Eccezionale in combinazione con un conto online Paypal per via dell’assenza di commissioni per trasferimenti da e verso lo stesso conto.
Genius Card è la più completa, quella che offre il maggior numero di funzionalità a fronte però di un costo di gestione e di ricarica più elevato.

La scelta spetta ovviamente all’utente finale. Se avete necessità di svolgere operazioni tipiche di un conto corrente allora potreste preferire Genius Card. Se invece cercate una carta da utilizzare quasi esclusivamente come strumento di pagamento online o nei negozi tradizionali, potreste indirizzarvi su Paypal o Postepay per via della mancanza di spese di gestione.

In questo articolo ho cercato di offrire una panoramica generale di costi, funzionamento e servizi delle tre carte oggetto del confronto.
Potete trovare maggiori informazioni e approfondimenti specifici nelle pagine dedicate ad ognuna di esse: Postepay, Paypal, Genius Card oppure nei siti web ufficiali degli istituti che emettono tali carte.

Ti piace questo articolo? Consiglialo ad altri utenti:

25 Responses to “Le migliori Carte di Credito ricaricabili – Confronto tra Postepay, Paypal e Genius card”


  • Si ma quali fra queste viene più riconosciuta per i pagamenti sul posto tipo per fare rifornimento di benzina, pagare il pedaggio autostradale e in tutti i casi in cui non vengono esposti i circuiti tipo VISA ELECTRON????

  • I circuiti internazionali Visa Electron e Mastercard servono proprio per garantire una larga compatibilità tra carte diverse, in pratica chiunque con una carta compatibile può fare acquisti all’interno di un esercizio commerciale che esponga il simbolo del circuito.

    Difficilmente è possibile utilizzare queste carte per acquisti all’infuori dei circuiti di cui sopra. L’unica carta accettata per quella che è potrebbe essere solo Postepay, nella realtà la stragrande maggioranza degli utenti la utilizza esplicitamente come carta qualsiasi facente parte del circuito Visa Electron, salvo i casi in cui si effettuano pagamenti (tipicamente su Ebay) sotto forma di ricarica su altra carta Postepay.

  • Ragazzi io credo Genius Card sia la vincitrice. Ad un euro al mese ti offre un IBAN, e non è poco poter ricevere pagamenti, bonifici e poterli fare online senza scomodarsi da casa.
    La mia curiosità: posso con Genius Card inviare una ricarica a Postepay o qualsiasi Visa electron? se si, costo?

  • In effetti ho scritto che Genius è la carta più completa, il costo annuale di soli 12 euro può risultare ininfluente per tutti quegli utenti che sono interessati alle funzioni evolute.

    Personalmente posseggo un paio di carte quasi ferme, le utilizzo al massimo per 3-4 movimenti l’anno esclusivamente per pagamenti, ovviamente per un uso così “blando” è da preferire una carta senza spese.

    Per quanto riguarda il passaggio di denaro da Genius a Postepay, nel sito di poste italiane è specificato che presso gli sportelli automatici (ATM )Postamat è possibile ricaricare la Postepay utilizzando qualsiasi carta di pagamento abilitata ai circuiti internazionali Visa, Visa Electron, Mastercard o Maestro, quindi suppongo che si possa fare anche con Genius.
    In alternativa si può utilizzare il conto Paypal Online come una sorta di “ponte”: ammesso che entrambe le carte siano tue, le registri sul conto Paypal, trasferisci denaro da Genius a Paypal ed infine lo ritrasferisci da Paypal verso la Postepay.

    Altre carte prepagate sono ricaricabili mediante bonifico, visto che con Genius puoi fare bonifici questa potrebbe essere una buona alternativa per il trasferimento di denaro. Bisogna comunque fare i conti con i costi che potrebbero rendere l’operazione assolutamente non conveniente.

  • Tra Genius Card e Postepay, quale conviene maggiormente portarsi negli Stati Uniti, da usare per pagamenti tramite Pos e non per prelevare?
    Grazie :)

  • Per quanto riguarda l’uso all’estero, ti consiglio Genius Card perché è aderente al circuito MasterCard che, da quanto ne so, garantisce una più ampia accettazione.

    In questa pagina trovi le condizioni d’uso di Genius Card all’estero.
    In particolare ricorda che le transazioni negli Stati Uniti prevedono una maggiorazione dell’1.75% in quanto si tratta di una zona “non euro”.
    Se userai Genius Card ricordati inoltre di annotarti (o memorizzare il PIN) dal momento che è necessario usarlo negli esercizi con POS abilitato alla lettura del Chip. Per i POS di “tipo vecchio” basta invece apporre la propria firma sull’apposita ricevuta.

    Buon viaggio :)

  • ma non c’è il costo di quando prelevi agli ATM…
    Genius vuole in zona extra euro la bellezza di 5 euro fissi (ogni 250 max prelievo possibile), + il 1,75%? + in qualche caso la commissione della banca estera (3 euro)?
    Preferirei Paypal ma a che circuito è associata? si può prelevare da ATM in tutto il mondo?

  • Ciao io utilizzo Vodafone CashCard VISA Electron
    La consiglio a tutti!!!!

  • Quindi ricaricando la carta PAYPAL dal conto PAYPAL appoggiata su una carta di credito tradizionale hai sostanzilameente i soldi in anticipo di un mese, visto che l’addebito è al 10 del mese successivo, o ho capito male?

  • ho una genius card,con bonifico periodico fissato per il 28 di ogni mese,è arrivato sempre regolarmente,ma questo mese non mi è arrivato,dal mittente risulta inviato,potrebbe arrivarmi domani?e perchè si puo’ verificare una situazione simile?

  • Nella mia piccola realtà di utente comune posso dire che i bonifici in effetti possono presentare leggere variazioni nelle date, pur se fatti nello stesso identico giorno possono essere accreditati in un intervallo utile di alcuni giorni.
    Anche io all’inizio mi preoccupavo per una situazione simile (ma su conto corrente), sono andato allo sportello chiedendo spiegazioni, in effetti loro lo avevano ricevuto nel senso che risultava sul computer dell’impiegato, ma ancora non ve n’era traccia nell’estratto conto, poi è apparso regolarmente il giorno dopo.

    Il mio consiglio è di chiedere direttamente alla banca, o telefonicamente o ad uno sportello Unicredit.

  • Ho da poco la Genius Card e mi chiedevo se c’era un modo, oltre a quello online, per ricaricare la carta senza spese di commissione, grazie.

  • Leggendo il foglio informativo sembra che tra le numerose modalità di ricarica previste, non ve ne sia nessuna completamente gratuita ad eccezione della prima ricarica all’atto della sottoscrizione.
    Le condizioni indicate nel foglio informativo sono valori massimi, non è quindi escluso che alcune agenzie possano praticare tariffe più basse o effettuare promozioni atte ad annullare alcuni costi.
    Dovrebbero essere gratuiti i bonifici in ingresso e l’accredito dello stipendio.

  • salve volevo chiedervi come mai facendo un acquisto su internet usando ginius card (che è solo mastercard e non visa electron) prima il pagamento è stato effettuato dopo mi è arrivta una meil dicendomi che la carta non era valida per questo tipo di transazioni e mi sono stati restituiti i soldi.

    quindi da questo punto di vista su internet conviene comparare con postpay giusto?????

  • Strano che ti abbiano creato problemi, io non posseggo la Genius Card ma so di utenti che la utilizzano senza problemi anche per i pagamenti via internet. Magari potresti impiegarla tramite il conto online Paypal, usufruendo in tal caso di un livello aggiuntivo di sicurezza.

    Comunque, come hai tu detto, molte persone me compreso usano la Postepay per le transazioni sul web. Probabilmente non perché offra una maggiore compatibilità ma solo per una convenienza economica, infatti Postepay non ha alcun costo di gestione. la carico e posso tenerla ferma anche per anni (in pratica fino alla scadenza) senza che mi venga addebitato un solo euro, tra l’altro si può ricaricare nelle migliaia di uffici postali (costo 1€) e in tutte le ricevitorie Sisal-SuperEnalotto (costo 2€), decisamente comoda e soprattutto economica.
    Ciao

  • Ciao ainu e grazie per la precedente risposta, volevo farti un ulteriore domanda, è possibile, sempre con genius card, fare e ricevere accrediti su e da carta postepay considerando che la genius card ha anch’essa un codice a 16 cifre…
    Grazie ancora.

  • No, il trasferimento di denaro è possibile solo da carte uguali, o comunque dello stesso istituto. Così, ad esempio, un utente Postepay può trasferire direttamente del credito verso una qualunque altra carta Postepay. Ma non è previsto un servizio per trasferire soldi da una Genius card (ma vale per qualunque carta) verso Postepay.
    In realtà si può fare ma non direttamente. Giusto per fare un esempio, l’utente che riceve i soldi può avere un conto online Paypal agganciato ad una carta Postepay. Chi effettua l’invio può farlo sempre usando Paypal. La procedura è comunque indiretta, implica un passaggio in più, e chi riceve il denaro viene incontro a spese aggiuntive per aver usufruito dei servizi di Paypal. Tanto vale inviare allora i soldi direttamente all’interessato sotto forma di ricarica della sua Postepay, usando i contanti in un qualunque ufficio postale o nelle ricevitorie Sisal.

    Il numero di 16 cifre a cui ti riferisci è il numero della carta, tutte le carte di credito tradizionali o prepagate hanno un numero simile.
    Ciao

  • Ragazzi è possibile pagare con la carta paypal al self-service dei distributori di benzina??

  • Genius Card forse va benissimo in Italia, ma mi ha assolutamente deluso il suo utilizzo all’estero in zona extra euro: vengono applicate troppe commissioni! Per effettuare pagamenti nei negozi trattengono l’1,75% e ok… questo era esplicito nel foglio informativo, ma questa percentuale viene applicata anche quando si effettua un prelievo!! oltre ai 5 euro standard di commissione! Quindi, ad esempio nel mio caso (mi trovo in Inghilterra), per prelevare 250 euro devi pagare 5 euro + 4,37 euro = 9,37 euro!! Il che è assurdo a mio parere.. e la già onerosa commissione di 5 euro sarebbe sufficiente, non credete?

  • Leggendo il foglio informativo della Genius ho trovato un’altra differenza signitificatica tra genius e postepay a proposito delle commissione per la stampa del saldo lista movimenti in ufficio che è gratuita su postapay e che invece(leggo dall’ultima versione del foglio informativo) su genius costa ben 5 euro)
    Altra informazione, la postepay opera sul circuito visa electron ma se si acquista una postepay new gift anonima e poi la si “evolve” rendendola nominativa si puo avere anche una postepay che opera su circuito mastercard

    https://trasparenza.unicredit.it/pdf/GP42-CARTA-PREPAGATA-NOMINATIVA-RICARICABILE-GENIUS-CARD-1581732.PDF

  • Mia figlia di 15 anni andrà negli Stati Uniti per una vacanza studio, le è stata consigliata una carta prepagata onde evitare troppi contanti. Qual’è la migliore? Meglio il circuito VISA o MASTERCARD?

  • La più conosciuta a livello mondiale dovrebbe essere Mastercard. Ma oggi in realtà non è così avvertibile la differenza nella diffusione dei due circuiti. Personalmente non ho mai incontrato negozi che accettassero solo Visa o solo Mastercard, in generale i negozi che hanno un punto di pagamento con carta di credito sono compatibili con tutte quelle più diffuse.
    Credo che possa andar bene una classica Postepay, al limite una Postepay Newgift Mastercard, ma davvero a meno di casi particolari non dovrebbero esserci differenze nell’usare l’una piuttosto che l’altra.

  • La postepay è totalmente insicura a me ,ed altri, hanno fatto sparire
    i soldi ,anche ora che sono in vigore i nuovi protocolli di sicurezza.
    Il risarcimento non è mai concesso per il fatto che le carte non sono assicurate contro clonazione.
    Spendete qualcosa di più ma abbandonate l’idea di utilizzare queste carte, apparentemente economiche.

  • Capitolo sicurezza:
    Mi è stata clonata la postepay dopo che per cinque anni l’ho usata assiduamente per acquisti in mezza Europa, ho perso 65 euro per due prelievi fraudolenti a Roma (io scrivo da Brescia) non rimborsati da poste pay.
    Le altre carte tutelano il possessore in questi casi oppure no?
    grazie per la cortesia

Leave a Reply