Guardare i canali satellitari gratuitamente sul PC, possibile? come funziona?

Grazie a programmi come LupoRtmP, Futubox e PlayTV molti utenti riescono a guardare gratuitamente diversi canali satellitari o della TV digitale terrestre, anche quelli a pagamento. Una piccola guida con metodi, consigli e trucchi per guardare gratis la televisione sul web. Considerazioni generali e di carattere personale. Tale visione è legale o illegale?

Recentemente si fa un gran parlare, su riviste specializzate e siti web, relativamente alla possibilità di guardare gratuitamente sul PC i canali televisivi satellitari. A quanto pare ci sono utenti in grado di visualizzare i canali del palinsesto Sky ma anche quelli del digitale terrestre di Mediaset Premium, tutto semplicemente dal PC usando una qualunque connessione internet ADSL o superiore.

Il principio di funzionamento è lo stesso di molte altre visioni in streaming, alcuni utenti con appositi box riescono a veicolare il flusso audiovideo verso il PC, e quindi a trasmetterlo via internet su appositi server. Coloro che sono interessati a tale materiale possono quindi utilizzare determinati programmi per godersi moltissimi canali in streaming, in forma completamente gratuita.
I software attualmente più usati per questo scopo sono LupoRtmP, PlayTV e Futubox. Si tratta per lo più di interfacce utente all’applicazione rtmp da riga di comando, un modo per rendere il suo uso più semplice ed immediato.
Sinceramente non saprei dire se tali applicazioni siano completamente legali o meno, quindi eviterò di inserire links per il download delle stesse. Nel caso vogliate provarle potete fare una ricerca con un qualunque motore, ad esempio Google.
Personalmente ho avuto modo di provare solo LupoRtMp, si scarica il programma e si estrae l’archivio in una cartella. Poi si avvia l’eseguibile LupoRtMp.exe per lanciare l’applicazione vera e propria. Cliccando sulla voce Extra appare una richiesta di password, inserite “Sector extra” (senza virgolette e con la prima S maiuscola) e date invio, a quel punto apparirà un elenco di canali. Cliccate su uno di questi per avviarne la riproduzione.

Il problema è che la lista canali non è aggiornata, e molti di quelli in elenco semplicemente non funzionano. C’è un pulsante che permette di crearne una nuova, in teoria dovrebbe passare in rassegna i server più utilizzati per la diffusione di contenuti in streaming e rilevare i canali attivi. Ma tale scansione completa impiega in media 3 giorni (così almeno è indicato nel programma) e sinceramente non ho avuto il tempo per portarla a termine. In alternativa si può cercare un file vannostreamsector aggiornato (quello che contiene la lista) su siti e forum specializzati.

Un buon punto di partenza per chiunque sia desideroso di approfondire l’argomento è questo thread sul forum Adunanza, molto ricco di informazioni e links utili. All’interno delle numerose pagine del thread è possibile trovare anche consigli e collegamenti per una visione di canali in streaming direttamente sul web.

Termino qui questa breve trattazione. Tutto questo scenario è indubbiamente affascinante, almeno per un certo tipo di pubblico. Trasmissioni pirata, software illegali, siti e forum in cui trovare codici e applicazioni con cui accedere a flussi video privati, nascosti, segreti. Ma questo genere di attività è illegale, e per sua natura non può godere di punti fermi, sicuri, affidabili e sempre accessibili. Quindi ciò che oggi funziona potrebbe non funzionare più domani, magari si riesce a guardare un canale solo per pochi minuti e poi niente più, il buio completo.

Note sulla legalità: il presente articolo ha il solo scopo di fornire delle informazioni di carattere generale sulla visione in streaming di flussi audiovideo. Non sono inclusi links diretti a software che può essere usato in modo illegale e non vengono fornite dettagliate spiegazioni tecniche sulle procedure da usare. Ogni singola persona è direttamente responsabile delle proprie azioni in rete ed è tenuto a distinguere ciò che è legale e ciò che invece non lo è.
L’autore non vuole in alcun modo invogliare gli utenti alla visione pirata di canali TV. Volete guardare dei canali a pagamento? Allora il mio consiglio è quello di pagare i rispettivi abbonamenti, tutto funzionerà bene, senza stress e soprattutto avrete la certezza di agire nella piena legalità.

Ti piace questo articolo? Consiglialo ad altri utenti:

0 Responses to “Guardare i canali satellitari gratuitamente sul PC, possibile? come funziona?”


  • No Comments

Leave a Reply