NB100, il Netbook secondo Toshiba

L’azienda che di fatto ha inventato ed immesso sul mercato il primo netbook della storia torna su questo florido mercato con un nuovo UMPC. L’NB100-111 è un netbook con caratteristiche interessanti, scelta tra Windows XP ed Ubuntu Linux in versione netbook remix, un prezzo aggressivo e tutta la qualità tipica dei prodotti Toshiba.

Forse non tutti sanno che la vera inventrice dei computer oggi noti con il nome di “Netbook” è Toshiba. Questa azienda ha di fatto creato il primo modello con caratteristiche, dimesioni e funzionalità tipiche dei netbooks nel lontano 1996: il Toshiba Libretto è subito divenuto un oggetto di culto tra gli appassionati anche se il prezzo non proprio popolare non ne ha permesso una enorme diffusione tra il grande pubblico. Se volete conoscere megio questa serie di modelli troverete molte informazioni su Wikipedia.

Il mercato evolve e Asus con i suoi eeePC ha inaugurato il filone dei NetBook a basso costo, macchine molto valide per l’uso in mobilità e, perché no, un’ottima idea per un regalo utile. Circa 12 milioni di pezzi venduti sono la prova di questo grande successo di cui è ovviamente complice il prezzo particolarmente “abbordabile” di alcuni modelli.

Toshiba ci prova ancora e propone finalmente il suo Netbook dell’era moderna, in realtà questo mercato non presenta una enorme varietà dal punto di vista tecnico ma la casa giapponese ha saputo comunque dotare questo piccolo gioiellino di elementi decisamente interessanti. Vediamo nel dettaglio le caratteristiche del Toshiba NB100-111:

  • Processore Intel Atom N270 1.6 Ghz, FSB 533 Mhz (lo standard per la stragrande maggioranza dei netbook attualmente in commercio).
  • Display 8.9″ 1024×600 con tecnologia TrueBright BackLinght (massima brillantezza in condizioni di piena luce es: all’aperto)
  • Memoria RAM: 512 MB (espandibili a 1024 Mb)
  • Chip grafico Intel GMA 950
  • Max risoluzione video esterna: 2048×1536
  • Hard Disk 80 Gb (o 120 Gb)
  • 3 porte USB, 1 VGA ext, 1 RJ-45 (ethernet), 1 Mic esterno, 1 Mic interno, 1 Webcam VGA, card reader 4 in 1 (SD, MS, MS Pro, MMC).
  • Connettività: Ethernet 10/100 e Wi-Fi 802.11 b/g
  • Altoparlanti stereo
  • Batteria 4 celle
  • Autonomia (dichiarata): 3.5 ore
  • Dimensioni: 225 x 190.5 x 29.5 (front) / 33 (rear) mm
  • Peso: 1.05Kg
  • Sistema Operativo: Windows XP o Linux Ubuntu Netbook Remix
  • Prezzi: 349€ (versione Win), 299€ (Versione Ubuntu)

Per maggiori informazioni: NB100 on Toshiba Europe

Cosa mi piace?
Le caratteristiche di questo Toshiba NB 100 sono molto simili agli altri netbooks in commercio, daltronde al momento Intel è l’unica grande casa a proporre una valida piattaforma a basso consumo (Atom) adatta a questi UMPC.
Quello che spicca è il generoso hard disk da 80 GB e la possibilità di averlo con Ubuntu preinstallato.

Un disco di queste dimensioni svincola l’NB-100 dall’equazione Netbook = Computer per internet e permette di utilizzarlo ad esempio come un ottimo player multimediale o anche come “muletto” per eMule, Torrent o altri programmi P2P. Infatti al contrario di quanto avviene con gli hard disk allo stato solido (SSD) un disco tradizionale a piatti rotanti non risente di un uso intensivo e continuato, ovviamente le prestazioni non sono al top ma più che sufficienti per un uso generico.
Inoltre i netbook hanno un consumo energetico molto inferiore ai desktop (poche decine contro centinaia di watt) e, sebbene non siano progettati per rimanere accesi per diverse ore consecutive, possono garantire in questo ambito un discreto risparmio energetico.

Molte aziende propongono per i loro netbooks Linux come alternativa al classico Windows XP ma, non tutte le distribuzioni garantiscono le stesse potenzialità, facilità d’uso, flessibilità e disponibilità di software.
Toshiba ha scelto per questo NB100 Ubuntu Netbook Remix, la distribuzione GNU Linux più diffusa e supportata, con un’interfaccia semplificata espressamente progettata per i piccoli display. I vantaggi derivanti dall’adozione di Ubuntu sono molteplici. Migliaia di siti e/o forum frequentati da utenti appassionati in cui trovare informazioni, guide e consigli. Oltre 20000 programmi di ogni tipo pronti per il download ed installabili facilmente con un click, tutti rigorosamente gratuiti. Continui aggiornamenti automatici. Tutta la stabilità e la sicurezza tipici di un sistema Linux ad un prezzo decisamente concorrenziale: 299€ per la versione Ubuntu rappresentano un vero affare.

Sto scrivendo questo articolo con il mio Aspire One A150 ma, a dirla tutta, se dovessi scegliere il mio acquisto in questo momento probabimente opterei per l’NB100. Certo perderei una manciata di Gb di hard disk ma potrei contare su un prezzo più basso, una grande casa come Toshiba alle spalle e soprattutto Ubuntu preinstallato con supporto totale all’hardware del netbook.

E brava Toshiba :)

Aggiornamento: Andando in un punto vendita Unieuro ho avuto modo di vedere di persona e “toccare con mano” questo NB100. Si trattava di un modello con Windows XP e HD da 120 Gb, proposto in offerta a 329€.
Prima impressione: “wow, è piccolo“. E’ davvero piccolo e leggero. Ottime doti dal punto di vista della portabilità estrema.
Il rovescio della medaglia è rappresentato dalla tastiera: tasti piccoli e ravvicinati, non certo il massimo per una digitazione agevole. Ho provato a scrivere un testo qualunque e, sebbene dopo un po ci si fa quasi l’abitudine, la posizione di mani e polsi risulta quantomeno innaturale, scomoda. Sinceramente non lo consiglio a chi ha intenzione di lanciarsi in lunghe sessioni di scrittura. O almeno, prima di un eventuale acquisto, fate voi stessi una prova in un qualunque punto vendita sia disponibile al pubblico.

Ti piace questo articolo? Consiglialo ad altri utenti:

0 Responses to “NB100, il Netbook secondo Toshiba”


  • No Comments

Leave a Reply