AGPS – Cos’è e come funziona

Il sistema di navigazione satellitare AGPS. Differenze tra GPS e A-GPS. Vantaggi e svantaggi dei due sistemi. Devo pagare l’operatore per usarlo? Funziona con Tom Tom, Garmin, Route66 e gli altri programmi di navigazione?

Dopo aver acquistato un telefono Nokia, un amico mi ha rivolto una serie di domande su questo fantomatico sistema AGPS. Sostanzialmente voleva sapere come funzionasse di preciso e se era possibile utilizzarlo al pari di un normale GPS con qualunque software di navigazione. In definitiva, se era costretto a sottoscrivere l’abbonamento a pagamento per l’uso di Nokia Maps oppure se poteva installare sul telefono un programma tipo Tom Tom.
Da queste domande è partita una ricerca in rete al fine di reperire diverse informazioni a riguardo. Spero che tali informazioni possano tornare utili anche ai lettori di questo blog.

Cos’è l’AGPS – Differenze tra GPS e A-GPS

Il termina AGPS sta per Assisted GPS (a sua volta GPS è l’acronimo per Global Positioning System). Si tratta di un sistema ibrido: basato su satelliti ma assistito da infrastrutture terrestri. Il vantaggio principale rispetto al GPS tradizionale è dato dalla maggiore velocità per calcolare la propria posizione grazie all’impiego di informazioni ricevute direttamente dai ponti radio (tipicamente della telefonia mobile).


L’A-GPS ha trovato larga diffusione nei telefoni cellulari di ultima generazione proprio per via dei ridotti calcoli necessari per rilevare la posizione (eseguibili agevolmente anche da processori meno potenti) ed il conseguente minor consumo di energia.

Devo pagare per usare l’AGPS?

I dati scambiati con i ponti radio terrestri transitano su una normale connessione GPRS o UMTS. L’operatore che fornisce tali informazioni può ovviamente richiedere una certa somma per l’uso del servizio, all’utente finale o all’azienda che sviluppa e gestisce il software di navigazione. Questo è il motivo principale per cui il sistema Nokia Maps basato su AGPS è a pagamento, non una somma da versare una tantum ma un vero e proprio abbonamento con scadenze e rinnovi periodici. Di contro questo software offre il vantaggio di disporre di mappe sempre aggiornate.
Per gli utenti Nokia è comunque previsto un periodo di prova gratuito.

Posso usare l’AGPS con altri programmi

TomTom, Garmin, Route66 sono solo alcuni dei programmi che permettono la guida assistita da navigazione satellitare GPS. Programmi che “si pagano una sola volta“, li installiamo e possiamo usarli per tutto il tempo che vogliamo. Al massimo si spendono altri soldi solo per un eventuale aggiornamento delle mappe (comunque a scelta dell’utente e non sempre necessario).
La cattiva notizia è che non sempre questi softwares risultano compatibili con il sistema AGPS integrato sui moderni telefoni cellulari. Possono insorgere problemi nella rilevazione del ricevitore GPS e in alcuni casi non riescono a sfruttarlo per “agganciare” la rete dei satelliti. Quindi, a meno che non vengano espressamente riportate informazioni in merito, non è garantita  la compatibilità con l’AGPS.

Una buona soluzione sembra essere l’accoppiata TomTom (o altro programma simile) e GPS esterno collegato al cellulare via Bluetooth. In pratica si disabilita l’A-GPS interno sostituendolo con un comune ricevitore GPS esterno.
Alcuni utenti riportano come funzionante sui telefonini Nokia con AGPS il programma Sygic Mobile Maps 9 (anche noto come McGuider). Questo software è disponibile anche per iPhone e molti modelli HTC, Samsung, HP, Acer e Sony Ericsson.

Ti piace questo articolo? Consiglialo ad altri utenti:

8 Responses to “AGPS – Cos’è e come funziona”


  • Finalmente una spiegazione valida ed esauriente sul tema!
    Con parole semplici e chiare.
    Grazie

  • Ciao,
    volevo chiederti un’informazione.
    Poniamo che il mio smartphone abbia solo l’A-GPS (MOTOROLA MB525), io ho un abbonamento flat con un gestore, quindi per vedere la mia posizione nn ho costi aggiuntivi.
    Ora però vado in Germania per le ferie( mantenendo quindi lo stesso abbonamento italiano), per vedere la mia posizione (anche se ho le mappe già scaricate e salvate in memoria) devo passare in roaming e quindi avere un costo per vedere la mia posizione???
    Grazie
    Michele

  • Ciao Michele. Sul Nokia che ho avuto modo di provare il navigatore è pienamente funzionante anche senza connessione dati, quindi ricorrendo al solo A-GPS, la differenza risiede nei tempi molto più lunghi nel calcolare inizialmente la propria posizione e, talvolta, nei ricalcoli dopo che si perde il segnale.
    Per essere sicuro prova a bloccare la connessione dati e verifica che il navigatore funzioni. In tal modo avrai la certezza di poterlo usare anche in Germania senza connessioni dati in roaming.
    Ciao

  • E’ possibile ? e se sì, come posso disabilitare l’A-GPS interno, del mio samsung halley evo GT-S5620, e esostituirlo con un comune ricevitore GPS esterno.
    Quindi impostare un programma tipo Sygic Mobile Maps 9 o altro programma off line, ben funzionante del tipo java

  • salve

    se compro un garmin gps per trekking per esempio il 650t è possibile dotarlo del sistema AGPS per poter aprire google maps?

    grazie

    sangiorgio

  • Per quanto ne sappia io non si può fare, quello è un normale gps e non un navigatore. Innanzitutto non ha un sistema operativo in grado di far girare Google Maps (es non è Android), poi non dispone di connessione internet necessaria per usare lo stesso Maps.

Leave a Reply