Misurare la velocità della connessione internet di smartphone e telefoni Android e iPhone

Quanto è veloce l’accesso internet del mio smartphone Android o iPhone? Le applicazioni gratuite e i siti web per misurare la velocità in scaricamento (download) e upload delle connessioni dati dei telefoni cellulari. Significato e differenze degli standard per il collegamento internet su rete mobile gsm, gprs, edge, 3G Umts, Hspda e Hsupa.

Standard per le connessioni dati su rete mobile

Prima di fornire alcuni links e programmi per misurare la velocità di una connessione facciamo una brevissima panoramica delle sigle più utilizzate in questo settore. La connessione dati base delle attuali reti mobili è la classica GSM, la più lenta e con lo svantaggio di utilizzare un intero canale di comunicazione. Per tale motivo, molti degli operatori di telefonia che offrono pacchetti dati a volume, non includono il GSM tra le modalità di connessione permesse.
Gprs ed Edge rappresentano una evoluzione del GSM, si classificano ancora come standard di seconda generazione (2G) ma garantiscono una velocità leggermente superiore e soprattutto non occupano un intero canale, per tale motivo ben si prestano alle connessioni internet di tipo permanente con trasferimento dati solo in caso di bisogno.
Le reti di terza generazione (3G) hanno introdotto connessioni UMTS WCDMA da 384 Kbps fino a 2 Megabits al secondo nelle ultime implementazioni, una velocità sufficiente per una buona esperienza di navigazione ma anche per guardare video in streaming (es Youtube).
Attualmente gli operatori italiano offrono connessioni HSPDA in download e HSUPA in upload, con velocità massime teoriche rispettivamente di 42.2 Mb/s (download) e 5.76 Mb/s (upload). Le velocità realistiche sono ovviamente più basse, nell’ordine dei 14.4 Mb/s in generale e un massimo di 28.8 Mb/s per Vodafone e Tim. A tal proposito è importante tener presente che questi dati si riferiscono alla velocità di una cella, da condividere con tutti gli altri utenti che sono contemporaneamente connessi con la stessa cella, per tale motivo le velocità riscontrate dagli utenti sono solitamente molto più basse ed estremamente variabili in base alle condizioni di traffico e l’orario della giornata.

Misurare la velocità della connessione

Gli utenti degli smartphone possono fare affidamento sull’ottima applicazione Speedtest scaricabile liberamente dal Play Store, market ufficiale Android, oppure da iTunes per gli utenti iPhone e iPad. Si tratta di un servizio espressamente dedicato a questo scopo e completamente gratuito. Abbiamo già parlato di Speedtest relativamente alla misurazione di una connessione ADSL casalinga, l’app innanzitutto cerca il server più vicino a noi per evitare ritardi dovuti alla distanza geografica e l’elevato numero di nodi da attraversare, poi parte il test vero e proprio che misura il ping e le velocità di download e upload.
Personalmente ho rilevato dal mio terminale Android velocità abbastanza elevate su rete Wind con standard HSPDA: la notte supero anche i 6 Mbits/s e di giorno viaggio quasi sempre intorno ai 5 Mb, decisamente non male, praticamente la connessione mobile è più veloce della mia ADSL :) .

Se avete difficoltà nello scaricare, installare o usare l’applicazione potete rivolgervi direttamente all’interfaccia web raggiungibile all’indirizzo www.speedtest.net. I risultati sono solitamente affidabili ed è possibile confrontare le proprie velocità con quelle di altri utenti al fine di fare dei paragoni e verificare il corretto funzionamento della propria connessione.

Altro sito dedicato alla misurazione della velocità di connessione è testmyiphone, nasce principalmente per gli utenti iPhone ma può ugualmente essere utilizzato da terminali Android o da PC. Anche in questo caso sono fornite le statistiche con le medie di velocità di vari paesi del mondo, Italia compresa. Qui ho scoperto che le velocità medie nel nostro paese sono di poco superiori a 1 Megabits al secondo.

A questo punto è doveroso fare alcune precisazioni. Le velocità effettive rilevate dipendono da diversi fattori, innanzitutto lo standard più veloce supportato dall’operatore nella zona in cui effettuiamo il test, poi bisogna considerare l’orario e il numero di utenti connessi contemporaneamente alla nostra stessa cella. Per tale motivo spesso non ci sono differenze velocistiche tra telefoni in grado di supportare velocità a 7.2 14.4 o 28.8 Mb/s. Insomma se è la rete ad esser lenta, le cose non migliorano con smartphone più veloci.

Ti piace questo articolo? Consiglialo ad altri utenti:

1 Response to “Misurare la velocità della connessione internet di smartphone e telefoni Android e iPhone”


Leave a Reply