Schede SIM per antifurto e domotica, prezzi, opinioni

La casa si sta riempiendo di apparecchi Smart, in grado di comunicare con telefono e smartphone dell’utente grazie alla rete di telefonia mobile. Quali schede SIM sono adatte per questo scopo, le migliori offerte con piani tariffari di Vodafone, TIM e Wind.

I primi ad usare la SIM furono gli Antifurto che, oltre ad avere la sirena, disponevano di un combinatore telefonico. Basta inserire al loro interno una scheda telefonica, quando scatta l’allarme vengono inviati messaggi SMS e/o chiamate vocali con un messaggio precedentemente memorizzato.

Tale soluzione è stata poi adottata da molti altri strumenti smart: centraline dei riscaldamenti o dei pannelli solari, climatizzatori, caldaie murali, sistemi di rilevazione e monitoraggio remoto, tracking GPS e persino frigoriferi.

Grazie a questa connessione possiamo anche interrogare gli apparati a distanza dal telefonino, controllare lo stato di funzionamento o cambiare alcune impostazioni, ad esempio gli orari di accensione.

Inizialmente gli operatori di telefonia mobile hanno ostacolato tale impiego delle SIM, talvolta lo vietavano espressamente. In fondo una scheda usata in questo modo potrebbe avere un consumo davvero esiguo, ed essere mantenuta attiva con una sola ricarica l’anno.

Ma i tempi cambiano, la richiesta aumenta, oggi sempre più strumenti in casa sfruttano la rete mobile o addirittura la connessione internet. Gli operatori di telefonia si sono adattati proponendo SIM con piani tariffari e pacchetti dedicati ad antifurto e altri apparati Smart. Vediamo nel seguito le principali offerte.

TIM Home Connect

L’offerta per schede ricaricabili TIM dedicate ai sistemi di domotica, con pacchetti ad abbonamento annuale, biennale, oppure con pagamento mensile.

Ogni piano prevede per ogni mese:
- 100 SMS verso tutti
- 20 minuti di chiamate verso tutti
- 100 Mb di traffico Internet

Questi i prezzi:

- Home connect 24 – 24 mesi al costo complessivo di 36 euro, praticamente 1,50 euro al mese. Allo scadere dei 24 mesi si rinnova automaticamente al costo di 3€ al mese.
- Home connect 12 – 12 mesi al costo complessivo di 24 euro. Successivamente si rinnova a 3€ al mese.
- Home connect Light – 3€ al mese, più 5€ una tantum per l’attivazione.

Al superamento del traffico dati la velocità viene ridotta a 32 Kbps, ma non ci sono costi aggiuntivi. Per SMS e chiamate eccedenti quanto previsto dall’offerta, si applicano le tariffe del profilo base della SIM.

Maggiori informazioni qui.

Vodafone Easy Control

Tutto sotto controllo a 2 euro al mese. Si rinnova automaticamente ogni mese scalando i due euro dal credito sulla scheda. Ogni 2 settimane viene inviato gratuitamente un messaggio che riporta credito e traffico residui su un qualunque cellulare, anche se il numero è di altri operatori.

Mette a disposizione ogni mese:
- 50 minuti di chiamate
- 100 SMS
- 200 megabytes in 4G

Include inoltre il servizio Rete Sicura, una sorta di firewall per proteggere la navigazione. Gratuito per i primi 3 mesi, ma dopo viene a costare 1 euro in più al mese. In molti casi è inutile, sono soldi buttati. Sul sito non viene menzionata la possibilità di disattivarlo, spero si possa fare. Eventualmente, prima di attivare questo piano Vodafone, chiedete se tale servizio si possa eliminare.

La SIM con tale piano non ha scadenza, d’altronde prevede un pagamento mensile. Questa tariffa non si può usare su Smartphone o Tablet.

Maggiori informazioni qui.

Wind Smart Security

L’offerta Wind per vivere in una casa smart con poca spesa e in tutta tranquillità. Si tratta di una opzione che ha un costo di 24,90 euro l’anno e che prolunga la scadenza della SIM fino a 24 mesi dall’ultima ricarica.

Mette a disposizione ogni mese:
- 50 minuti di chiamate
- 250 messaggi SMS
- 500 mega di navigazione Full Speed in 4G

Inoltro gratuito degli SMS di servizio verso un numero di telefono a scelta dell’utente, anche se di altro operatore. Navigazione ridotta alla velocità di 128 Kb/s qualora si esaurisse il traffico previsto nel mese, non ci sono costi aggiuntivi.

Prevede la ricarica automatica di 25€ qualora il credito scenda sotto la soglia di 1 euro. Obbligatoria in fase di attivazione, si può comunque disattivare successivamente.

Maggiori informazioni su questo piano qui.

Conclusioni e note

Quale scegliere? – I prezzi sono tutto sommato ragionevoli. Tim è il più economico se si sceglie il piano da 24 mesi, non offre tanti minuti, SMS e traffico, ma per molti possono essere più che sufficienti. Wind ha un ottimo rapporto tra spesa e disponibilità mensile di SMS, minuti e traffico. Attenzione a Vodafone che con quel servizio Rete Sicura rischia di costarvi un euro in più al mese.

La scelta dipende dalle nostre esigenze. Ad esempio, se prevedo che l’impianto debba inviare tanti SMS ogni mese, preferirei il piano che ne abbia di più compresi nel prezzo.
Altro aspetto importante è la copertura, ovviamente sceglierò un operatore che abbia campo nel punto in cui deve essere usata la sua Sim card.

Si tratta di Schede SIM nuove oppure di opzioni? – Invero si tratta di opzioni, attivabili su schede già in vostro possesso o che acquistate al momento dell’attivazione.

Come controllare il credito? – Eh già, se la scheda è inserita nell’apparato, come faccio? Vodafone prevede l’invio di un SMS con credito e traffico residui ogni 2 settimane, gratuito anche verso numeri di altri operatori. In ogni caso potete registrare il numero della SIM sui portali online e controllare il credito dal web, o da applicazioni sullo smartphone.
Soluzione ultima, poco comoda, ogni tot tempo tirate fuori la scheda, la inserite su un telefono e controllate il credito residuo.

Funzionano anche all’estero? – In effetti le SIM potrebbero essere inserite in sistemi di tracciamento GPS, su auto e altri mezzi che possono andare anche all’estero. Secondo la normativa vigente, giga di traffico, SMS e minuti di telefonate sono disponibili nei paesi dell’Unione Europea senza alcun sovrapprezzo. Per gli altri paesi si applicano le tariffe previste dai singoli operatori.

Si possono usare anche su Smartphone o Tablet? – Effettivamente queste tariffe potrebbero risultare utili anche per delle normali chiamate, inviare messaggi o connettersi ad internet. Da usare magari su un telefono secondario, di scorta, da mantenere attivo con una minima spesa annua.
Da quanto ne sappia, solo Vodafone ne vieta espressamente l’uso su smartphone tablet (e ti pareva che ne faceva una giusta), per gli altri operatori consiglio di chiedere al momento dell’attivazione.

Ti piace questo articolo? Consiglialo ad altri utenti:

0 Responses to “Schede SIM per antifurto e domotica, prezzi, opinioni”


  • No Comments

Leave a Reply