Sostituzione caldaia con Eni Gas e luce, la nostra esperienza

La vecchia caldaia per riscaldamento e acqua sanitaria già da tempo mostra malfunzionamenti, è arrivato il momento di cambiarla con una nuova. Abbiamo scelto l’offerta di Eni, una proposta pratica e sicura, ma soprattutto conveniente.

Risparmio economico e altri vantaggi

In questo periodo alcune grandi aziende, tra cui Eni Gas e Luce, permettono l’acquisto e l’installazione di una nuova caldaia con la formula della cessione del credito.

In pratica il cliente cede ad Eni la detrazione fiscale del 65% prevista per le opere di riqualificazione energetica.

Ciò comporta due importanti Vantaggi:
– La detrazione per l’Ecobonus si trasforma in uno sconto immediato sul prezzo di acquisto, non c’è bisogno di attendere 10 anni per recuperare la relativa cifra
– È la società Eni ad occuparsi di tutte le pratiche burocratiche, il cliente deve solo firmare il contratto proposto dal commerciale e provvedere al pagamento dell’importo tramite bonifico bancario.

Importante scrivere sul bonifico la corretta causale, così come indicata nella documentazione ricevuta da Eni.

Quanto costa

Al momento in cui scrivo, sul sito ufficiale Eni sono presenti due offerte:

La prima, da 879€ (prezzo ad inizio 2020) con pagamento in unica soluzione:
– caldaia a condensazione Riello Residence EGEL310
– cronotermostato digitale con connessione WiFi
– installazione e messa in opera della caldaia
– rimozione e smaltimento vecchia caldaia
– gestione pratiche
– 2 anni di garanzia
– manutenzione gratuita il primo anno, a pagamento il secondo anno (obbligatorio)

La seconda offerta ha un costo di 1089€ (prezzo ad inizio 2020).
Prevede sostanzialmente le stesse cose di cui sopra, ma in questo caso la caldaia è di fascia superiore, nello specifico una Riello Egel 510 (linea Riello Family), con display digitale a colori, vaso di espansione maggiorato e alcune funzioni in più.

Quanto abbiamo speso
Offerta base, con una caldaia Riello Egel310 (Riello Residence 30 KIS, potenza termica nominale 30 kW).
Ma abbiamo aggiunto il kit salva caldaia comprendente:
– defangatore magnetico
– dosatore anticalcare con polifosfati
Prezzo complessivo 1065 Euro.

Installazione

Per l’installazione, controlli e assistenza, Eni Gas e Luce si affida ad aziende locali con la propria rete di addetti, nel nostro specifico caso la Fer-Energy di Roma.

Abbiamo specificato telefonicamente di avere urgenza in quanto la vecchia caldaia ci stava dando problemi. Ed effettivamente, pochi giorni dopo il pagamento con bonifico, due installatori sono giunti da noi previo appuntamento.

Gentili e professionali, hanno dato tutte le spiegazioni del caso, risposto alle nostre domande e fornito alcuni consigli sulla manutenzione.

Sostituzione della vecchia caldaia con la nuova, installazione del tubo di scarico della condensa, dispositivo anticalcare e defangatore, sostituzione cronotermostato (con collegamento filare), immissione di apposito liquido nel circuito di riscaldamento, prima accensione e prova generale, libretto d’impianto, smaltimento della vecchia caldaia.
Il tutto è stato svolto in alcune ore di lavoro.

Quanto avremmo speso da soli

Dal momento che stava funzionando male, la sostituzione della precedente caldaia Vaillant era ormai nell’aria da alcuni mesi. Pertanto già ci eravamo fatta un’idea dei costi.

  • Caldaia Riello Residence 30 KIS con kit fumi, circa 1250-1350€
  • Cronotermostato BeSmart WiFi circa 160€ (ma noi avremmo preso quello senza WiFi Box, costo 60€)
  • Defangatore RBM MG1, circa 50€
  • Dosatore polifosfati anticalcare Dosaphos, circa 40€
  • Installazione (lavoro e altri eventuali materiali), certificazione, controllo fumi, documentazioni, smaltimento vecchia caldaia – costo indicativo 250-300 euro.

In realtà avremmo preso componenti un po’ diverse ma, costo più costo meno dei singoli prodotti, la spesa complessiva sarebbe stata sostanzialmente quella, ovvero circa 1750-1850 euro.

Analisi dei costi

Dai dati espressi sopra si ricavano due conclusioni:

– il prezzo del preventivo Eni, circa 3000€ che poi con la cessione del credito diventano 1065€, era inizialmente gonfiato.
– con altre aziende/installatori, anche ipotizzando una spesa complessiva superiore a duemila euro, grazie alla detrazione del 65% il costo risultante sarebbe stato più basso.

Perché abbiamo scelto ENI? Opinioni

Nonostante quanto detto poco sopra, abbiamo comunque scelto l’offerta di ENI Gas e Luce. E a nostro personale avviso abbiamo fatto bene, per i seguenti motivi:

– riteniamo sia meglio uno sconto immediato (detrazione con cessione del credito) anche se più basso, piuttosto che spendere molto di più inizialmente per poi recuperare la detrazione nell’arco di 10 anni.
– pensano davvero loro a tutto, pratiche burocratiche, fiscali, dichiarazioni, documenti etc. Il cliente deve solo firmare e pagare, nient’altro.
– tutta la filiera (fornitore, venditore, installatore) appare seria e professionale. In caso di eventuali futuri problemi, abbiamo la ragionevole convinzione che possano essere risolti efficacemente e in tempi brevi.

Nota: non ci hanno richiesto documentazioni particolari, ne deduciamo che quella della cessione del credito sia una soluzione interessante e praticabile anche da chi, per qualsivoglia motivo, non possa sfruttare le detrazioni.

Cosa non ci piace

Non delle vere e proprie critiche, più che altro aspetti che a nostro avviso potrebbero essere migliorati.

Il cronotermostato BeSmart è indubbiamente un ottimo prodotto, perlomeno se collegato alla caldaia con il filo.
Ma il suo Box WiFi è un disastro, configurazione assurda e segnale wireless talmente scarso da risultare quasi inutilizzabile. Cosa che peraltro è stata confermata anche dall’installatore. Fortuna che abbiamo potuto usare il cavo, quindi nel nostro caso non è un vero problema.

Come defangatore magnetico hanno scelto l’RBM MG1, considerato in generale valido, tra i migliori modelli piccoli. Però, tenendo conto del costo del Kit salva caldaia (190€ di listino, al lordo della detrazione), potevano anche fornirne uno più grande e performante.
Sarà sufficiente per un impianto con 9 termosifoni distribuiti su 3 piani?

Per quanto riguarda l’installazione del defangatore, non è stato montato un rubinetto esterno sulla mandata per permetterne una facile pulizia. Mi sono lamentato al momento, ma l’addetto sostiene che ci pensano loro a pulirlo, UNA VOLTA L’ANNO…
Ritengo che ciò sia assurdo. Se l’impianto di riscaldamento è vecchio, sporco, con molti detriti ferrosi all’interno, maggiore è la frequenza con cui si pulisce il defangatore e meglio è. Perlomeno vorrei poterlo controllare periodicamente, mentre così non mi è possibile farlo. NO, non va affatto bene.

Parlando di manutenzione, nel primo anno non si paga nulla. Nel secondo anno, a detta del commerciale che ci ha fatto firmare il contratto, siamo costretti a fare la manutenzione con la stessa azienda, spendendo circa un centinaio di euro. Sul sito Eni leggo invece che la spesa sarebbe di 120 euro.

Per il controllo e manutenzione della vecchia caldaia Vaillant pagavamo solo 68 euro l’anno. La differenza è enorme.

Ma, dal terzo anno in poi siamo liberi di scegliere.
A tal proposito è importante verificare il prima possibile quali siano le procedure da seguire per liberarci da questo vincolo, così da potersi rivolgere a realtà che ci permettano di spendere il meno possibile.
Eventualmente facciamo il solo controllo del buon funzionamento e dei gas di scarico (bollino blu), ogni tot anni come previsto dal regolamento del proprio comune.
Il contratto di manutenzione annua non è obbligatorio.

9 commenti su “Sostituzione caldaia con Eni Gas e luce, la nostra esperienza”

  1. Io ho installato la caldaia Riello con Eni ( non si capisce che modello è Residence Kis Egel la foto non corrisponde…)
    esattamente l’anno scorso e ho già avuto tre interventi l’ultimo martedì perché da domenica non ho più l’acqua calda e a dire dall’assistenza mancano dei pezzi quindi devo aspettare che arrivino… tra poco sarà una settimana che non ho acqua calda è normale ? Non credo, la prima volta era primavera e non funzionava il termostato Smart Wi-Fi e va bene, sostituito con uno fisso poi c’erano dei problemi nell’impianto ma non sono mai venuti a sistemare adesso è proprio rotta e non vedo in tempo brevi soluzione ……

  2. Salve, così come riportato anche nel modulo di garanzia che mi hanno rilasciato, la Egel 310 installatami corrisponde alla Riello Residence 30 KIS, codice modello 20148496. Quindi, per quanto mi riguarda, confermo quanto scritto, e posso dare per certa tale informazione.

    La Egel510 appartiene invece alla linea Family che ha il display a colori ed altre migliorie, ma costa anche di più.

  3. Ma si è capito esattamente a quelle modello riello corrisponda la egel310? In rete non sembra esistere.

    Grazie

  4. Salve, l’offerta a 2.654 Euro è quella base presente attualmente sul sito di Eni: Caldaia Riello EGEL310 (la stessa che hanno installato anche a me), cronotermostato wifi (che da solo viene di listino una bella cifra), installazione standard (senza modifiche all’impianto), rimozione e smaltimento della vecchia caldaia, collaudo e controllo, primo anno di assistenza e garanzia.
    Cifra che, grazie alla detrazione e relativa cessione del credito, scende a 929€.

    I lavori che devono svolgere presso di lei sono però ben diversi, soprattutto immagino che per la pulizia dei radiatori impieghino parecchio tempo e prodotti specifici.
    Sinceramente mi sembra una cifra abbastanza elevata, ma non essendo del settore non saprei proprio cosa dire. Eventualmente provi a chiedere ad un termoidraulico quanto potrebbero costare tali interventi extra, se venissero svolti separatamente dall’installazione caldaia.

  5. Si, ora il prezzo è un poco più alto, ma a mio avviso rimane comunque abbastanza conveniente. In ogni caso io ho voluto riportare la spesa sostenuta all’inizio di quest’anno, quando l’offerta veniva meno.

    La pulizia dei radiatori/termosifoni non è inclusa. Te lo dico con certezza perché il tecnico ci ha consigliato di farla fare dal nostro idraulico. Poi causa covid la cosa è stata sempre rimandata… chissà quale schifezza troveranno al momento della manutenzione e relativa apertura del defangatore.

    Vero che ad oggi in quasi tutte le caldaie viene montato l’anticalcare, ovvero il dosatore di polifosfati, ma se le case che producono le caldaie non lo danno in dotazione, allora deve essere necessariamente comprato a parte.

  6. Buongiorno, noi siamo stati contattai da ENI per sostituzione caldaia e ci siamo visti arrivare dall’installatore di Padova un preventivo per una caldaia EGEL 310 25 Kw (che nel sito RIELLO non esiste) di 6.224,00 euro compreso di spostamento caldaia da un lato all’altro, praticamente girare la caldaia di 90°, con la detrazione venivano 2.178.00 euro e oltre alla caldaia con termostato pulizia radiatori (6) incamiciatura canna in acciaio (max 5 metri) scarico condensa, nessun sopralluogo ma tutto on line via whatsapp, ma se viene offerta o veniva offerta a 2.654,00 euro dove sta la differenza?

  7. ciao. ora sembrerebbe che i prezzi siano aumentati.

    la caldaia che voi avete visto a 879€ ora è a 929€.

    https://enigaseluce.com/offerta/casa/caldaie-a-gas

    volevo chiedere: la pulizia dei radiatori (visto che si installa una caldaia a condensazione) è inclusa? il costo che leggo su internet è di tot euro a radiatore….

    altro: mi sembra assurdo che il dosatore anticalcare non sia incluso! ormai ce l’hanno tutte le caldaie!

  8. No, quella nostra non manifesta alcun ronzio fastidioso, il rumore generato è davvero minimo, appena avvertibile, molto più silenziosa della precedente caldaia (camera aperta di circa 15 anni orsono).

    C’è da dire comunque che è installata in un ambiente esterno, e opportunamente protetta da pannelli in coibentato, in pratica è come un piccolo sgabuzzino dedicato a lei. Non ha modo di prendere pioggia e non è stata necessaria l’installazione di una copertura sopra di essa.
    Ma, quando vado a controllarne il funzionamento, o a cambiare i sali anti calcare, di rumori fastidiosi proprio non ne sento, e ovviamente ho fatto diverse prove in tal senso, anche e soprattutto con l’acqua calda aperta.

    Saluti

  9. Ciao, ho comprato anch’io la caldaia da Eni, la egel310. Dal primo giorno dopo l’installazione mi sono accorto che la caldaia emette un fastidioso e perenne ronzio. I tecnici dopo 2 interventi mi hanno detto che è normale… Anche a te dà lo stesso problema? Grazie

Lascia un commento