Ricarica Vodafone con donazione automatica ad una fondazione di beneficenza

Si effettua una ricarica per scheda telefonica Sim Vodafone e si riceve un messaggio SMS relativamente al fatto che una parte di tale somma è stata in realtà donata ad una fondazione per la cura dei bambini. Ma che bello, dovrei essere felice di aver fatto u’altra buona azione, ed invece sono letteralmente infuriato. Possibile che siano permesse le donazioni automatiche senza scelta del beneficiario da parte dell’utente?

Questo è il messaggio ricevuto da un mio familiare a seguito di una ricarica per scheda Vodafone:
“Hai ricaricato 19E, donato 1E per la cura dei bambini. Fondazione Vodafone dona con te. Per rimborso invia SMS gratis al 47210 con NO DONO entro 24h”
Abbiamo quindi inviato il messaggio con NO DONO ricevendo questo sms di risposta: “Ti informiamo che la tua richiesta è stata presa in carico e sarà gestita entro 48 ore. Riceverai un SMS di conferma del rimborso una volta effettuato”.
Effettivamente il giorno dopo è arrivato il suddetto rimborso.

Ora, arriviamo subito al punto, dov’è il problema? Cosa c’è che non va? La cosa assurda è che qualcun altro possa decidere una forma di beneficenza automatica, dovuta, non obbligatoria ma che richiede comunque una azione per non essere svolta.
Ovviamente non punto il dito sulla beneficenza, la carità e l’aiuto agli altri. Sono pratiche importanti che salvano molte vite e apportano una grande quantità di vantaggi, sia ovviamente ai beneficiari di tali aiuti come anche a colui che dona. Ma una donazione deve essere voluta, spontanea, il desiderio di aiutare deve provenire dal nostro cuore.

In questo caso invece si attua una sorta di donazione automatica. Ricarico una certa somma sul telefono cellulare e mi vedo decurtare una piccola percentuale. Qual è il motivo? a chi è destinata? posso davvero fidarmi? i soldi andranno direttamente ai bambini da aiutare o in larga misura saranno destinati per mantenere la stessa struttura della fondazione? E poi perché non posso scegliere io stesso a chi mandare questo euro che mi viene tolto? Che so, potrei preferire l’Unicef, il Telefono Azzurro, Airc, Telethon o qualunque altra organizzazione umanitaria o di ricerca scientifica.
Se non voglio donare allora sono costretto ad intraprendere un’azione,  devo inviare un SMS e devo ricordarmi di farlo entro 24 ore. Dopodiché, entro un tempo ragionevole che può arrivare anche a 48 ore, Vodafone si degnerà di restituirmi questo benedetto euro. Insomma, a prenderlo lo prende subito, per restituirlo ci vogliono invece un paio di giorni.

Ebbene questa pratica è a mio avviso estremamente scorretta, forse ai limiti della legalità. Un po’ come se facendo un versamento sul conto corrente la banca decidesse in automatico di detrarre una somma da donare a chissà chi. Semplicemente assurdo.
Lo ripeto ancora, aiutare gli altri è un aspetto fondamentale della vita, ma è alquanto spiacevole che qualcuno ci inviti o, peggio ancora, obblighi a farlo. Il mio consiglio in tal senso è di inviare ad ogni ricarica Vodafone il messaggio di rifiuto, in tal modo sarete voi a scegliere se, quando e come regalare quell’euro. Ancor meglio se chiamate il servizio clienti al 190 per manifestare direttamente il vostro disappunto.

Ti piace questo articolo? Consiglialo ad altri utenti:

0 Responses to “Ricarica Vodafone con donazione automatica ad una fondazione di beneficenza”


  • No Comments

Leave a Reply