Usare i netbooks come player multimediali

Dalla loro prima immissione sul mercato i netbook sono stati “etichettati” come macchine adatte esclusivamente alle varie attività legate ad internet: navigazione web, posta elettronica, chat e così via. Ovviamente trattandosi di PC completi a molti è venuto in mente di usarli anche in altri ambiti, ad esempio come semplici ma efficienti player multimediali.

In fondo i netbooks sono mini-pc adatti ad una infinità di usi possibili. In un precedente articolo parlo del loro utilizzo come perfette macchine da gioco portatili (tipo PSP e Nintendo DS).
Hanno un sistema operativo completo (sia che si tratti di Windows XP oppure di una buona distribuzione Linux), sono per loro natura etremamente portabili, dispongono di uno spazio di archiviazione piò o meno esteso, uscite audio e in alcuni modelli anche video e/o VGA per monitor esterni.
Insomma c’è tutto quello che serve per per collegarli al nostro impianto stereo o al nostro televisore LCD o Plasma ed usarli come perfetti player multimediali.

Forse l’unica nota dolente è lo spazio di archiviazione. I più recenti Hard Disk multimediali dispongono di parecchie centinaia di gigabytes, in alcuni casi persino un terabyte ed oltre. Per quanto volessimo scegliere un netbook con un grande HD interno, anche usando tutte le schede di espansione possibili difficilmente riusciremo ad arrivare a tali capacità.
Comunque la situazione non è così grave, già si vedono in giro pendrive USB da 32 o addirittura 64Gb, pensate a quante musiche e film potrebbero trovar spazio al loro interno. Al limite potete sempre collegarci un HD esterno da 2.5″ autoalimentato, sufficientemente piccolo da entrare in un taschino e capacità fino a 512 Gb.

Di contro c’è da dire che un netbook è naturalmente molto più flessibile, i player software che possiamo installare ed utilizzare sono talmente completi che difficilmente avremo mai alcun problema con un formato audio o video che non riusciamo a mandare in play o un file di sottotitoli che non riusciamo a visualizzare. In fondo la scelta è semplice, installiamo il player VLC (di cui parlo anche QUI) ed in automatico ci troviamo per le mani un lettore multimediale universale.

Personalmente con il mio Aspire One da 120 Gb avrei spazio sufficiente per alcune centinaia di canzoni e circa 60-70 film in formato DivX (o simili). Una serata in casa di amici? Niente di meglio che portarci dietro il nostro piccolino con relativi cavi per collegarlo alla TV, riempirlo con una discreta quantità di materiale per garantire una buona scelta agli ospiti e… buon divertimento a tutti :)

Ah… manca il telecomando!! Ok, nessun problema, basta acquistarne uno di quelli che si interfacciano con la porta USB e siamo a posto. Proprio recentemente un oggetto simile era proposto in vendita in edicola a circa 15€.

Ti piace questo articolo? Consiglialo ad altri utenti:

1 Response to “Usare i netbooks come player multimediali”


Leave a Reply